Home

Situazione nazionale

I nuovi contagi sono 1.641 (750 asintomatici). Cresce il tasso di positività al virus, resta stabilmente alto il numero delle vittime: oggi sono 73, 34 solo nella provincia di Bologna. Terapie intensive stabili, crescono i ricoveri nei reparti covid.

Il nuovo bollettino del ministero della Salute segna un calo di nuovi casi e morti da Coronavirus in Italia, all’indomani del Decreto legge Natale approvato ieri dal Cdm. Il premier Giuseppe Conte  ha parlato di decisione sofferta in merito al lockdown deciso per i giorni festivi e prefestivi. A preoccupare sono il numeri dei contagi e la risalita del tasso di positività, oltre a quello delle vittime. Secondo gli ultimi dati della Johns Hopkins University, siamo il terzo Paese nella classifica dei decessi ogni 100mila abitanti: 112. Il triste primato tocca al Belgio con 161, seguito dal Perù con 115. In termini assoluti invece il nostro Paese è quinto al mondo per numero di morti con oltre 67mila vittime dall’inizio della pandemia, dopo Usa, Brasile, India e Messico.

In Sicilia

Sono in tutto 878 i nuovi casi di covid nelle ultime 24 ore in Sicilia. Si evince dal bollettino del 19 dicembre del ministero della Salute. I morti sono stati 22 e il numero complessivo dei morti siciliani è salito a 2.131. In calo i ricoverati in terapia intensiva.

I I tamponi processati sono stati solo 7.237 e il rapporto tra casi positivi su test effettuati è piuttosto alto: 12,3%.

Catania ha ancora il maggior numero di nuovi casi, seguita da Messina 190, Palermo 180, Ragusa 61, Siracusa 55, Trapani 50, Enna 34, Caltanissetta 16 e Agrigento 15.

Condividi

Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata