Home

Sui social circola una notizia parzialmente falsa: ovvero che il coprifuoco resterà alle 22 fino al 31 luglio. In realtà la data del 31 luglio riguarda la scadenza del nuovo decreto di Draghi, mentre per quanto riguarda il coprifuoco la decisione potrebbe essere rivalutata a maggio. È quanto si apprende da fonti di Governo, dopo il Cdm.

Dopo maggio dunque l’orario del coprifuoco potrebbe essere valutato, dopo un’ulteriore analisi dei dati epidemiologici sul Coronavirus. Il coprifuoco potrebbe dunque essere eliminato o spostato alle 23.

Coprifuoco fino alle 22, il parere delle Regioni 

Dpo la richiesta al governo di posticipare l’orario del coprifuoco almeno alle 23, è il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga a insistere. “C’è un’interlocuzione con il governo, la Conferenza delle Regioni propone di ampliare il coprifuoco di un’ora così da permettere alle attività di avere un minimo di respiro”. “Le Regioni hanno elaborato linee guida anche per attività al chiuso. Speriamo di ripartire con la ristorazione al chiuso prima dell’1 giugno. Poi su questo decide il governo”.

“Noi come Regioni abbiamo fatto delle linee guida, proposte al governo, che andavano nella direzione della riapertura dei ristoranti sia nelle ore di pranzo che di cena, con la previsione di aprire i ristoranti anche in zona rossa aumentando il distanziamento. Io spero che Draghi cambi idea sul coprifuoco. E’ vero che non dobbiamo abbassare la guardia, ma non è il coprifuoco a risolvere la situazione”, ha poi spiegato il leghista Luca Zaia.

Per il nuovo limite del coprifuoco “io sono per le 23”, ha detto il presidente della Toscana, Eugenio Giani, intervenendo a ‘Radio anch’io’ su Radio1. “Nella logica per cui questi provvedimenti valgono fino al 31 luglio la possibilità di arrivare fino alle 23 per le nostre città d’arte, di turismo, non fa la differenza, però dà un senso di vita della città che noi dobbiamo auspicare”, ha aggiunto Giani.

Leggi anche

Covid

Covid, la provincia di Palermo da domani in zona arancione? Oggi la decisione

Ingrassi? Tutta colpa del Covid! Si tratta di “mangiare emotivo”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata