Home

Coronavirus – Intervenuto a “Mezz’ora in più” di Lucia Annunziata in onda su Rai3, il Ministro della Salute Roberto Speranza interviene su rischio zero. “Le settimane che arriveranno saranno ancora dall’esito non scontato e quindi i comportamenti individuali saranno la chiave veramente determinante. Abbiamo ancora bisogno di comportamenti corretti”.

“La prudenza e la gradualità, continua il Ministro Speranza, deve rimanere la nostra luce, la curva non si è alzata ma non si è neanche fermata, si è declinata dal lato giusto. Il lavoro fatto va nella direzione giusta e dobbiamo continuare su questa strada”.

“Credo che le misure adottate, soprattutto in Europa, ci hanno consentito di superare la fase più difficile ma la Fase 2 è una fase di convivenza – continua Speranza – il virus lo abbiamo contenuto e le regole fondamentali continuano ad essere quelle del distanziamento, della mascherina e del non assembramento”.

Speranza. “Rischio zero non esiste”

Il rischio c’è, è sbagliato non riconoscerlo. Il rischio zero non esiste ora, arriverà solo con il vaccino che mi auguro arrivi presto” dice il ministro della Salute.

“Fino ad allora si tratta di assumersi dei rischi ponderati e calcolati e provare a gestire una fase diversa – sottolinea Speranza – Per avere il rischio zero dovevamo mantenere il lockdown, ma avrebbe retto il nostro paese e la nostra economia? E’ un grande tema che non si può nascondere”. (adkronos)

Leggi anche:

Studente universitario viola la quarantena senza aspettare l’esito del tampone positivo

Sicilia chiusa fino al 7 giugno. Poi un certificato sanitario per entrare

18 anni e i polmoni bruciati dal Covid, salvo grazie a trapianto record

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata