Home

Ciak, si gira! Giorno 26 aprile si apriranno le danze agli “Incastrati”, la nuova serie su Netflix del duo comico Ficarra e Picone. Per i due palermitani, conduttori per anni del programma Striscia la notizia su Canale 5, questo è il primo impegno su una piattaforma streaming.

A dare ancora delle anticipazioni in merito all’attesissima serie su Netflix è Repubblica, attraverso la versione cartacea e digitale. La serie, prodotta da Attilio De Razza per Tramp Limited, sarà girata in Sicilia e uscirà il prossimo anno su Netflix in 190 Paesi. In questo modo in tutto il mondo conosceranno la verve dei due siciliani tanto amati dal pubblico.

“Incastrati” è una serie comedy in 6 episodi. E, attraverso un linguaggio posato e poetico ma anche l’ironia tipica di Ficarra e Picone, racconta, in perfetto stile commedia degli equivoci pirandelliana, una vicenda criminosa. Al centro della storia due amici che rimangono coinvolti nelle vicende di un omicidio eccellente. Per la prima volta una trama in cui reciteranno Ficarra e Picone avrà un risvolto noir.


Leggi anche: Ecco quali saranno i 30 lavori più redditizi dei prossimi 10 anni


Ficarra e Picone su Netflix, ma cambiano genere

I due, comunque, non lasceranno completamente la commedia. Ma aggiungeranno al genere che li ha consacrati al grande pubblico un pizzico di mistero e thriller, segmento cinematografico che per loro rappresenta un’assoluta novità.

Il duo comico, nel plot del prodotto Netflix, cercherà di scappare dalla scena del crimine e si metterà sempre più nei guai in un crescendo di eventi che li porterà addirittura a dover fare i conti con la mafia. Nel cast, oltre a Salvo Ficarra (Salvo) e Valentino Picone (Valentino), sono al momento confermati Marianna di Martino (nel ruolo di Agata Scalia), Anna Favella (Ester), Tony Sperandeo (alias Tonino Macaluso), Maurizio Marchetti (il portiere Martorana), Mary Cipolla (la signora Antonietta), Domenico Centamore (ovvero don Lorenzo “Primo Sale”) e Sergio Friscia (nella parte di Sergione).


Leggi anche

Lol

Lol, quando andrà in onda la seconda stagione? Intanto ecco i concorrenti


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata