Home

Fate attenzione! In circolazione l’ennesimo tentativo di truffa da parte dei pirati informatici. Ecco tutto quello che c’è da sapere per non cascarci.

Acquisti online e truffe

In un periodo come questo, in cui troviamo i negozi chiusi a causa delle restrizioni, sempre più spesso facciamo acquisti online. A non lasciarsi sfuggire nulla, gli spietati hacker che tornano con una nuova truffa tutta digitale.

Truffa tramite sms: come proteggersi

La nuova truffa utilizza anche i canali sms. L’unico per modo per non cascare nella nuova trappola, è quella di non cliccare sul collegamento ipertestuale contenuto nel messaggio. Simile a questo:

Il link vi riporterà ad una pagina che vi invita ad effettuare un pagamento aggiuntivo per sbloccare il pacco e consentirne la consegna. Un gioco da ragazzi per i pirati informatici, che così facendo trovano libero accesso alle informazioni personali degli utenti, soprattutto alla loro carta di credito. La cosa migliore da fare quindi è eliminare il messaggio e bloccare il numero dell’utente.


LEGGI ANCHE: Facebook, furto di dati sensibili: gli utenti italiani tra i più derubati


Truffa tramite email: cosa fare

Stesse istruzioni da seguire nel caso riceviate un’email con lo stesso oggetto dell’sms. Possibile anche che vi si chieda di pagare alcune spese di sdoganamento, molto spesso riduttive, per poter sbloccare il pacco in consegna. Ricordate sempre di controllare l’indirizzo del mandatario e, qualora ci fosse, il numero di spedizione corrispondente. Tenete a mente che nessun corriere ha mai richiesto il pagamento di alcuna somma per sbloccare il tracking.

Cosa tenere a mente

Se avete acquistato qualcosa da Amazon o da qualsiasi altra piattaforma e-commerce, ricordate che qualsiasi compagnia mette ben in evidenza le proprie credenziali al fine di permettere all’utente di essere sicuro nell’interazione. Se avete ulteriori dubbi, inviate direttamente un’email al gestore interessato o cercate sul relativo sito le informazioni sullo stato di spedizione del vostro pacco. Tenete gli occhi bene aperti e continuerete ad acquistare online in tutta sicurezza!

Save Ralph, il corto per dire STOP ai test cosmetici sugli animali

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata