Home

Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 15 di oggi, in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale.

Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 123.573 (+1.533 rispetto a ieri), su 110.205 persone: di queste sono risultate positive 3.411 (+8), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.523 (-1), 1.620 sono guarite (+9) e 268 decedute (0).
Degli attuali 1.523 positivi, 129 pazienti (-8) sono ricoverati – di cui 11 in terapia intensiva (-1) – mentre 1.394 (+7) sono in isolamento domiciliare. Il prossimo aggiornamento regionale avverrà domani.

Troppi assembramenti in Fase 2, i dubbi del presidente Conte: “Contagi rischiano di risalire”

Dall’allentamento delle misure restrittive e la fine del lockdown sono stati non pochi i casi di assembramenti nelle strade e nei principali centri commerciali, come avvenuto ad esempio a Palermo.

Così, il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, oggi, soffermatosi sulla soglia di Palazzo Madama a parlare con alcuni cittadini, che lo ringraziavano per l’operato, ha spiegato che questo non è il momento della movida.

Poi, il Premier ha sottolineato che, nonostante sia stato deciso di allentare le misure e di togliere l’autocertificazione, bisogna prestare molta attenzione altrimenti la curva dei contagi rischia di salire nuovamente, vanificando gli sforzi fatti.

Il presidente dell’ANCI, il sindaco di Bari, Antonio Decaro, invece ha sottolineato che se si riuscirà a mettere l’esenzione dal pagamento della tassa sul suolo pubblico per gestori di bar e ristoratori sarà grazie al lavoro dei sindaci.

Il Presidente dell’Associazione nazionale comuni italiani ha anche sottolineato di essere preoccupato perché crede che questo decreto abbia dato la sensazione del via libera per tutti, con la paura che i primi cittadini siano poi obbligati nuovamente richiudere i locali per permettere il distanziamento sociale.

I controlli a Palermo

I controlli sono stati effettuati a piazza Garraffello, via Mazzini, via La Lumia, via D. Daita e via N. Morello. In via Mazzini gli agenti hanno denunciato il gestore di un pub dopo aver riscontrato l’occupazione abusiva di suolo pubblico per circa 80 metri quadrati.

La situazione nazionale

I dati del nuovo bollettino della Protezione Civile riportano un calo delle persone ricoverate. In terapia intensiva si trovano oggi 676 persone, 40 meno di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 9624 persone, 367 meno di ieri. In isolamento domiciliare 52452 persone (-1970 rispetto a ieri).

Nelle ultime ventiquattr’ore sono morte 161 persone (ieri le vittime erano state 162), arrivando a un totale di decessi 32330.

I guariti raggiungono quota 132282, per un aumento in 24 ore di 2881 unità (ieri erano state dichiarate guarite 2075 persone).

Il calo dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 2377 unità (ieri erano stati 1424) mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 665 (ieri 813). Questi due dati vanno sempre analizzati considerando il fatto che sono strettamente collegati al numero di tamponi fatti. Oggi sono stati fatti 67195 tamponi (ieri 63158).

Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 101 tamponi fatti, il 1%. Negli ultimi giorni questo valore è stato in media del 1,2%. Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall’inizio dell’epidemia è 227364.

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata