Home

L’Etna è tornato a farsi sentire nella notte appena trascorsa con una fontana di lava dal cratere di Sud-est a circa tremila metri sul livello del mare, preceduta come sempre da una attività stromboliana.

La fontana, secondo quanto rende noto l’Osservatorio etneo dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, è rimasta attiva fino alle 2:30, mentre la colata lavica ha fatto il suo percorso lungo il versante occidentale della Valle del Bove scendendo fino a quota 1.800 metri.

Dal punto di vista sismico l’ampiezza del tremore vulcanico si è riportata su valori medi. La sorgente del tremore risulta in prossimità del cratere di Sud-est, a una profondità di 2.500 metri.

Video

Leggi anche

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata