Home

Claudia Alivernini è l’infermiera di 29 anni. E’ stata la prima italiana a vaccinarsi, lo scorso 27 dicembre, durante il V-Day allo Spallanzani di Roma.

La donna negli ultimi giorni è stata vittima di un attacco pesantissimo sui social, sia sul suo profilo sia nei commenti agli articoli che riportavano la notizia della sua vaccinazione. Una pioggia di insulti e minacce e commenti violenti sono arrivati dagli haters del web. Così numerosi e violenti che hanno spaventato Claudia, che ora teme per la propria incolumità. Tanto da farle pensare di fare una denuncia alla Polizia Postale. 

Non solo insulti dal web ma vere e proprie minacce di morte. “E ora vediamo quando muori“, si legge tra i tanti commenti velenosi pubblicati sui social. Sono addirittura stati creati due profili fake a suo nome su Instagram: la Alivernini ha quindi deciso quindi di bloccare tutti i profili social a lei collegati.

Un attacco di violenza inaudita, che Claudia non si sarebbe mai potuta aspettare. Nessuno in realtà. E’ vero che l’odio e l’intolleranza purtroppo quest’anno sono cresciuti esponenzialmente, insieme ai casi di covid. Ma questo è davvero troppo.

Scagliarsi contro una ragazza che in questo anno ha dedicato il suo lavoro alla cura dei pazienti covid, rischiando quotidianamente la vita, è davvero un atteggiamento inaccettabile.

Ci auguriamo che la polizia postale possa presto prendere i provvedimenti più giusti e severi contro i responsabili di questi attacchi di occhio. Inaccettabili. E speriamo che le punizioni possano essere esemplari.

A Claudia va la nostra solidarietà e il nostro ringraziamento. Ci auguriamo che presto la sua vita possa tornare alla normalità.


Leggi anche:

VACCINO: “Bufale e Fake News” smontate dall’Istituto superiore di sanità. Come rispondere ai complottisti

Covid. Scoperta nuova variante italiana, circola da agosto. Ecco cosa dicono gli esperti

“Noi medici i primi a dare l’esempio”. Intervista al dottor Tramonte


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata