Home

Due negazionisti inseguono un’ambulanza fino a casa del paziente positivo. Poi insultano gli infermieri: “Girate a vuoto”. Succede a Torino e bersaglio degli insulti sono medici e operatori sanitari.

Hanno seguito l’ambulanza con un Suv di grossa cilindrata fino sotto casa di un paziente positivo al Covid, per insultare e accusare i medici. I due negazionisti del virus sono stati fermati e allontanati dalla polizia e ora rischiano una denuncia per interruzione di pubblico servizio.

Secondo quanto riferito dagli operatori nel loro rapporto, il malato aveva richiesto l’intervento del 118 perché stava iniziando ad avere serie difficoltà respiratorie. Gli infermieri si sono accorti quasi subito della macchina che li seguiva. Così hanno avvisato la centrale, che a sua volta ha chiamato la polizia.

Quando il mezzo di soccorso si è fermato, dalla macchina sono scesi un uomo e una donna. Hanno iniziato ad insultare gli infermieri, aggredendoli e accusandoli di seminare il panico. “Girate a vuoto, le ambulanze sono vuote!”, ha urlato l’uomo. La donna ha anche filmato la scena con il cellulare. All’arrivo degli agenti, i due negazionisti sono stati schedati dagli agenti e portati in caserma.

Episodi di pura follia. Insulti e panico che non fanno che peggiorare le condizioni dell’emergenza in atto. Un clima di tensione che rallenta il tempestivo intervento degli operatori sanitari rendendo tutto ancora più complicato. Come se non bastasse la difficoltà del periodo! Siamo costretti a fare i conti, non solo con il nemico invisibile, ma anche con i negazionisti.


Leggi anche:

L’anarchia dei negazionisti ad ogni costo

Maledetti Negazionisti. Il Coronavirus non è uno scherzo

Gallavotti: “La pandemia ha influito sulle capacità mentali di 1 persona su 20”


Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata