Home

Anche per il mese di Gennaio non mancano le novità Netflix. La piattaforma streaming più popolare di sempre torna con un nuovo catalogo arricchito.
netflix gennaio 2023
Dopo il successo riscosso con la serie sulla famiglia Adams, dal titolo “Mercoledì”, Netflix è pronto nuovamente a prendersi la scena. E lo fa con un nuovo contenuto in primo piano, “Caleidoscopio”.
Non solo, c’è grande attesa per la visione del film ispirato al romanzo di Elena Ferrante “La vita bugiarda degli adulti”. E molto altro ancora, per un mese di gennaio davvero ricco di novità. Pronti a scoprirle? Ecco cosa guardare su Netflix a gennaio 2023.

Caleidoscopio

Sicuramente il titolo più atteso del mese. Tra i protagonisti troviamo Giancarlo Esposito, tra i protagonisti della celebre serie televisiva statunitense “Breaking Bad”. Il prodotto si ispira ad uno degli episodi più significativi di un altro contenuto Netflix, “Black Mirror”. “Bandersnatch” – questo il titolo della puntata – consisteva in un’esperienza interattiva in cui gli spettatori venivano direttamente coinvolti, scegliendo tra diverse alternative in prima persona quale strada far prendere allo show. “Caleidoscopio” segue più o meno lo stesso criterio: infatti tutti e gli 8 episodi possono essere visti in qualsiasi ordine. La trama racconta di un gruppo di ladri e di una rapina, organizzata da ben 25 anni.

Vikings: Valhalla 2

Il secondo atto della serie Tv spin-off sulla celebre serie Tv “Vikings”, ambientato mille anni prima. Si tratta quindi di una storia a parte e che esula dagli eventi narrati nella serie madre, che ripercorre le tappe della vita del guerriero Ragnar. In questo spin-off, i protagonisti sono alcuni dei più celebri vichinghi della Storia, l’esploratore Leif Eriksoon, sua sorella e il principe del nord Harald Sigurdsson, alle prese con rivalità interne al popolo vichingo e tensioni con la casa reale inglese.

La vita bugiarda degli adulti

Dopo “L’amica geniale” i fan di Elena Ferrante potranno intrattenersi con “La vita bugiarda degli adulti”. Anche questa pellicola è ispirata all’omonimo romanzo della scrittrice. “La vita bugiarda degli adulti” racconta della giovane Giovanna, in un momento molto particolare della sua vita: il passaggio dall’infanzia all’adolescenza. L’ambientazione è quella della Napoli degli anni ’90 che mostra due lati ben distinti. La Napoli di sopra, che nel romanzo viene accostata ad una vita morigerata, impeccabile; e la Napoli di sotto, sregolata, popolare. Giovanna andrà alla ricerca di se stessa mentre assiste inerme ai cambiamenti della città.

Record of Ragnarok

Seconda stagione per questo anime tratto dall’omonimo manga di Shinya Umemura. Ad attrarre gli spettatori è senza dubbio l’idea alla base dello show. Infatti si tratta di un fantasy ricco di combattimenti, incentrato su un torneo di arti marziali tra Dei e uomini. Interessante ritrovare gli uomini più famosi e celebri dell’umanità che sono stati riportati in vita per affrontare gli Dei. Ecco quindi lo scontro tra l’eroe greco Hercules e il serial killer londinese Jack lo Squartatore. Mentre nella prima stagione abbiamo potuto assistere all’inedito scontro tra Zeus, padre degli Dei, e Adamo, il primo degli uomini. Anche il secondo atto riserverà grandi sorprese!

La Scuola Cattolica

Il film di Stefano Mondini sbarca finalmente sulla piattaforma Netflix. Il film racconta dello storico delitto del Circeo, che scosse la Roma degli anni ’70. Rosaria Lopez e Donatella Colasanti avevano poco più di 15 anni quando vennero rapite, stuprate e torturate da Andrea Ghira, Angelo Izzo e Giovanni Guido, tre ragazzi della Roma “bene”. Solo Donatella Colasanti riuscì a salvarsi dalle violenze dei tre che furono condannati all’ergastolo nel 1976.v

Condividi


Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata