Home

Una valanga di insulti e minacce per il solo fatto di avere affisso al proprio locale un avviso con cui ha invitato a entrare solo i clienti vaccinati. Cinzia Orabona, la titolare dell’enoteca letteraria “Prospero”, si è sfogata sulla pagina Facebook: “Siamo da sempre aperti a tutti i generi, a tutte le età, ai cani, agli unicorni e agli hobbit. Da oggi no vax, no drink. Vi chiederemo la certificazione che attesta l’avvenuta vaccinazione. (anche la prima dose va bene)”.

Come riportato dal Giornale di Sicilia, l’ira dei no vax ha spinto la Orabona ad assumere un addetto alla sicurezza: “Temo per la mia incolumità e anche per quella dei clienti – ammette – per qualche giorno ho voluto proteggermi. Ho ricevuto tantissime minacce, anche di morte, ma non faccio un passo indietro”.

“Sono qui a fare il mio lavoro come sempre e sono grata del fatto che in tanti mi hanno manifestato la loro vicinanza e il loro affetto”. La donna ha già presentato due denunce, una contro ignoti e un’altra alla polizia postale nei confronti di chi si è firmato con nome e cognome.

Leggi anche:

Sicilia

Covid, due medici positivi alla Fiera del Mediterraneo: screening a tappeto

Green Pass

Il Green pass come un tatuaggio da Shoah, il post schock di un deputato siciliano

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata