Home

All’indomani delle celebrazioni nel giorno della strage di via D’Amelio e nel pieno conflitto politico sul green pass e campagna vaccinale scende in campo il duo palermitano Ficarra e Picone. Il loro messaggio passa attraverso Twitter e arriva dritto alla questione.

Quei politici che per paura di perdere una manciata di voti non hanno il coraggio di mettersi contro no vax e negazionisti, avranno mai il coraggio di mettersi (veramente) contro gli evasori fiscali, le mafie “che danno lavoro”, e disumanità varia? #DomandeRetoriche“, scrivono i due siciliani.


Leggi anche: In Cina è morto il primo paziente affetto dal vaiolo delle scimmie, la mortalità è dell’80%


“Se i politici temono i No Vax, avranno mai il coraggio di andare contro la mafia?”

Ficarra e Picone utilizzano l’hastag “DomandeRetoriche” per porre una forte critica alla situazione politica attuale. Il tweet, condiviso nella mattinata di oggi, è già virale online. Le ricondivisioni non mancano. C’è chi concorda con i comici: “Sembra che si dica e non si dica solo quello che porta consensi ai sondaggi. Sembra che la comunicazione politica di alcuni sia gestita dai loro staff e social media manager”.

Ma c’è anche chi, dichiaratamente No Vax, si schiera contro i due per il loro messaggio: “Quindi una persona che non vuole iniettarsi un siero sperimentale per paura di rimetterci la pelle, prima che di ammalarsi del Covid, diventa un No Vax negazionista?”. L’interrogativo ha creato discussioni tra gli utenti del social network con l’uccellino azzurro.


Leggi anche:

Unipa

Unipa entra tra i mega atenei, boom di iscritti nell’ultimo anno: “Non tutti però continuano”


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata