Home

La rabbia di un cittadino manifestata sui social. Questo pomeriggio il palermitano Domenico Scurria ha deciso di riparare una buca di un tratto di strada di Palermo, da cittadino privato insieme ad altri volontari e operai pagati. L’uomo da anni gestisce una palestra nei pressi della zona centro.

Secondo le parole del palermitano il Comune di Palermo da tempo non riesce a sistemare i tratti di strada nei pressi della Cala, che sono di fondamentale importanza per il collegamento nevralgico del capoluogo siciliano. Un segmento che unisce periferia con centro.

Proprio nel post in cui racconta l’azione Scurria scrive: ”Fatemi adesso un verbale. Ho riparato io da privato questa buca che ha procurato negli ultimi anni decine di incidenti in moto. Grazie Comune di Palermo”. Il palermitano con queste parole fa riferimento al fatto che i cittadini privati non possono, senza il consenso del Comune, sistemare il manto pubblico. Ad esempio nel 2016 un uomo, come il signor Scurria, decise di fare la stessa azione. In quel caso subì una sanzione e il Comune fu obbligato a rompere il manto sitemato secondo le parole del Il Giornale.


Leggi anche: Ultim’ora, Palermo lascia la zona rossa: niente da fare per altri 24 comuni


Palermitano ripara una buca per protesta: “Ora fetemi il verbale”

Nel video, postato da Scurria, si vedono degli operai intenti ad aggiustare e sistemare il manto stradale nei pressi del Porto di Palermo. Il lavoro in poche ore è stato completato. E al momento quel punto sembra sistemato. La spesa per la sistemazione è stata di circa 100 euro.


Leggi anche

Giovani amministratori virtuosi. Intervista a Luciano Marino, sindaco di Lercara Friddi


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata