Home

Giovani amministratori virtuosi. Intervista a Luciano Marino – Continuiamo a raccontarvi le storie di giovani sindaci siciliani. Oggi conosciamo meglio Luciano Marino e la comunità di Lercara Friddi. E lo facciamo, anche stavolta, a partire dal racconto di questo anno difficile di pandemia.

Luciano Marino, 34 anni, Sindaco di Lercara Friddi

Luciano Marino è un giovane amministratore che si è formato nelle fucine dei movimenti giovanili di partito. Quelli di qualche anno fa. Lui è uno di quelli che ha continuato a credere, nonostante tutto, che la politica può essere un servizio civico. Per una legislatura ha fatto il consigliere comunale poi, all’età di 31 anni, è diventato sindaco.

Iniziamo la nostra chiacchierata parlando di questo anno così difficile e insolito che gli amministratori si sono trovati ad affrontare. Anche Luciano ci racconta dell’impegno profuso da tutta la comunità per affrontare al meglio il periodo pandemico. Ci racconta di collaborazioni proficue con le associazioni locali, Protezione Civile, Caritas. Tutti si sono spesi per dare il prorio contributo alla comunità lercarese.

Nonostante la pandemia però, a Lercara si è continuato a progettare e intercettare finanziamenti. “Stiamo facendo fronte ad una grave emergenza sanitaria, ma non possiamo fermarci. Dobbiamo programmar eil futuro e continuare a intercettare finanziamenti” ci dice Luciano.

Il reperimento fondi per la rinascita delle strutture

Luciano è sindaco di Lercara da 3 anni. Gli chiedo quali sono i risultati di cui va maggiormente fiero in questo triennio di sindacatura. “Siamo riusciti ad intercettare finanziamenti di diversa natura, e di questo sono orgoglioso.- afferma Luciano Marino– Perché ciò ci ha permesso di mettere in cantiere attività che ci aiuteranno a rendere più bello ed efficiente il nostro paese”.

Una cosa di cui il sindaco Marino va molto orgoglioso è quella di aver trovato i finanziamenti per ridare vita al Cine Teatro Ideal. Una struttura con 800 posti a sedere, che da anni è stata chiusa. Sarà ammodernata ed efficientata dal punto di vista energetico e finalmene restituita alla città e a tutto il comprensorio, di cui è stato negli anni importante punto di riferimento.

L’ammodernamento delle infrastrutture

Luciano ci dice che la sua Amministrazione ha voluto puntare molto al raggiungimento dell’obiettivo di valorizzazione e ammodernamento delle infrastrutture. Anche in questo ambito sono stati raggiunti importanti traguardi. Come il rifacimento della scalinata di San Francesco. E poi, ci dice il sindaco: “Fiore all’occhiello della nostra azione di reperimento di fondi per la nostra cittadina è un grosso finanziamento di 2 milioni e mezzo di euro dal Ministero degli interni. Con questo cospicuo importo sono stati finanziati tre progetti che mi stanno molto a cuore. Si tratta del rifacimento e messa in sicurezza della circonvallazione, della messa in sicurezza delle mura di cinta del campo sportivo e del ripristino di un bevaio presente in una delle vie principali della città. Inoltre realizzeremo in una zona periferica di Lercara, un marciapiedi che sarà di supporto ai pedoni che dovranno attraversare quella zona”.

Edifici sportivi, ludici e scolastici

Un altro obiettivo molto caro al sindaco Marino è quello della ristrutturazione e ammodernamento di strutture sportive ed edifici scolastici. “Abbiamo già iniziato ad agire in questo senso. Riprendendo e ammodernando un campo di calcetto. Riteniamo che dare ai giovani strutture efficienti e moderne per la loro formazione e per il tempo libero sia importantissimo in un comune come il nostro. Per questo abbiamo anche intercettato dei fondi ministeriali per ristrutturare l’asilo nido e la scuola elementare”.

Lo sguardo dell’amministrazione Marino è rivolto anche ai più piccini. Con il rinnovamento e ammodernamento della Villa Pinocchio. Una grande villa con giochi per i più piccoli al suo interno.

Uno sguardo Green al futuro per l’amministrazione Marino

“In tutti i progetti che abbiamo elaborato – ci dice il sindaco Marino- abbiamo sempre avuto un’attenzione particolare per il risparmio e l’efficientemente energetico. A breve realizzeremo anche due colonnine per la ricarica delle auto elettriche e convertiremo tutti i punti luce presenti nel comune in led. Inoltre vogliamo illuminare al meglio le nostre periferie e abbiamo anche avviato un progetto di illuminazione artistica nel corso principale di Lercara, che ancora ad oggi purtroppo, ha l’antica e datata illuminazione dei pali in legno”.

La cultura

Anche in questo ambito, il sindaco ha le idee chiare. Obiettivo: valorizzare al massimo le radici culturali di Lercara e le manifestazioni che la caratterizzano.

“La cultura è alla base di tutto. Ed è la base di tutto. E noi vogliamo che i lercaresi se lo ricordino sempre- dice Luciano-. Ma vogliamo anche raccontarlo a chi viene a trovarci. Per questo abbiamo ripreso il Museo Archeologico, tramite un importante finanziamento ricevuto. E abbiamo in programmazione la musealizzazione di un sito molto rappresentativo per Lercara: Villa Rose”.

Inoltre, per chi di voi non lo sapesse, Lercara Friddi è la patria del grande Frank Sinatra. In suo onore da anni si celebra la rassegna Jazz “My Way Festival”, che l’amministrazione Marino ha valorizzato e attenzionato. “Siamo molto orgogliosi di avere dato i natali ad un grande artista internazionale come Sinatra. Abbiamo anche un museo dedicato a lui e cerchiamo di rendergli onore in ogni modo. Nel 2020 purtroppo il Festival non si è potuto celebrare, ma abbiamo voluto ugualmente frane una versione winter ( di solito si svolge a luglio), online”.

Il sindaco fornaio

Anche con Luciano ci sarebbe tanto ancora da parlare e da dire. Perché questi sindaci giovani abbiamo capito che sono veramente bravi. Altro che inesperienza!

Ci dobbiamo fermare per questioni di tempo e di spazio ma voglio raccontarvi ancora una cosa su Luciano. Oltre ad essere il primo cittadino della sua Lercara, Luciano ha continuato l’attività di fornaio intrapresa dal padre. “E’ una passione la mia, non solo un lavoro. Quello del fornaio è un mestiere complicato e difficile, con orari assurdi (soprattutto se fai il sindaco ndr) ma se la ami non puoi fare a meno di continuare a farlo. Ed è questo il mio caso. Sono fiero di quello che faccio e ho cercato di portare anche nel mio lavoro una ventata di innovazione, freschezza e nuove idee.” Da poco Luciano con il suo forno ha anche vinto un contest per il migliore sfincione del palermitano!

Insomma, un ragazzo con i piedi per terra questo sindaco. Che si spende per la sua comunità, senza mai dimenticare il suo lavoro e la tradizione di papà da portare avanti.

Un messaggio di Luciano ai giovani

A conclusione della nostra chiacchierata chiedo a Luciano di lasciare un messaggio e un consiglio ai giovani che oggi, in questo mondo così complicato, sono interessati dalla politica. “Quello che posso dire ai giovanissimi di oggi, in base alla mi esperienza, è questo: prima di fare politica o di ambire alle cariche, occupatevi della vostra città, del vostro paese! Spendetevi per il vostro territorio attraverso l’associazionismo, la prosecuzione delle tradizioni della vostra famiglia, il volontariato. E interessatevi della vita amministrativa delle vostre cittadine. Infine, cosa fondamentale, cercate la vostra indipendenza economica, per non essere mai schiavi del sistema politico. Queste sono le basi per iniziare in maniera sana a contribuire alla società. E mi auguro che molti giovanissimi di oggi possano decidere di farlo concretamente. Perché c’è sempre bisogno di energie, di linfa”.

Ce lo auguriamo anche noi questo…E ci auguriamo che attraverso queste testimonianze che vi abbiamo raccontato, molti giovani possano trarre ispirazione e aver voglia di spendersi.

Ringraziamo il Sindaco Marino per averci concesso questa bella chiacchierata, e soprattutto per averci dato un’altra importante testimonianza di buona amministrazione da parte di un giovane, attento ai bisogni dei cittadini, e proiettato alla crescita e alla valorizzazione del proprio territorio. Un altro esempio di buona prassi di cui andare fieri. Un’altra storia che abbiamo raccontato e che ci da speranza per il futuro, soprattutto perché ci dimostra che i giovani amministratori, sono forti. E sono in gamba, davvero.

Leggi anche:

Giovani amministratori virtuosi. Intervista a Elisa Carbone, sindaco di Sommatino


Giovani amministratori virtuosi. Intervista al sindaco di Balestrate Vito Rizzo

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata