Home


Palermo. La patrimoniale fiduciaria nasce dall’iniziativa dei gestori del ristorante co-working Moltivolti nel capoluogo siciliano, la cui formula è: “Chi ha di più paga di più“.

“Nella massima fiducia reciproca ed in autonomia, chi non è stato colpito dalla crisi può decidere di pagare il 20 per cento in più sul conto e, viceversa, chi fa parte di una delle categorie in difficoltà può optare per uno sconto del 20 per cento”.

Lo racconta Claudio Arestivo di Moltivolti. E il bilancio tra chi dona e chi riceve lo sconto è quasi pari. La patrimoniale fiduciaria consente la redistribuzione del reddito e la formula sta avendo successo.

Siamo partiti dalla nostra necessità, per poi ragionare su quelli che sono i bisogni di tante altre persone che, a seguito di quest’ultimo Dpcm, vivono una difficoltà. E a partire da questo ragionamento abbiamo cercato di capire come sostenere queste fasce sociali“.

Arestivo, infine, conclude dicendo: “Riceviamo anche tanti contributi volontari, che stiamo traducendo in pasti che consegniamo la sera, attraverso il delivery, a persone che hanno ancora più difficoltà”.

Altri ristoranti d’Italia stanno adottando la patrimoniale. Una lodevole iniziativa che oltrepassa, quindi, i confini della Sicilia nel nome di un forte senso di solidarietà che ci fa sentire più uniti.

Oggi, tutti abbiamo particolarmente bisogno di ricevere segni tangibili di umanità, come questo.


Leggi anche:

Bonus Sicilia. Nuova versione, domande dal 9 novembre senza il click day

Nuovo DPCM: Verso coprifuoco nazionale alle 21 o alle 22. Gli ultimi aggiornamenti

L’epidemia della paura


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata