Home

Spazzatura Everywhere. Da settimane a Palermo si sente solo un odore, o meglio una puzza incredibile di rifiuti. Si può evidenziare che ormai i cittadini palermitani usano la mascherina per due motivi: per il Covid e per l’odore sgradevole della spazzatura (per usare un eufemismo). I giorni passano e tutte le autorità competenti giocano a ping-pong, addossandosi la colpa e le responsabilità, come in un game show qualsiasi. La Regione dà la colpa al Comune, il Comune dà la colpa ai responsabili della Rap, la Rap dà la colpa alla Regione. E così via alla girandola del darsi la colpa.

“Entro Natale tutto apposto”

L’assessore nel settore rifiuti, Sergio Marino, predice che entro Natale la città tornerà a una situazione di “normalità” e invita i cittadini a conferire solo immondizia prodotta in uso casalingo. Infatti nelle ultime ore, oltre ai semplici rifiuti, si sono accumulati anche materassi, televisori, armadi, cabine, tavole. La Rap ha fatto un bando per cercare ditte cui affidare il recupero e lo smaltimento dei rifiuti fuori dalla Sicilia. Forse entro il 2021 si potrà vedere la città ripulita dall’immondizia. Problematica che potrebbe presentarsi o si presenterà, come già accade da anni, ciclicamente.

Noi continueremo a monitorare la siruazione, nella speranza che l’iimondizia non sommerga la nosta città, già martoriata da tanti problemi e preoccupazioni.

Ecco a voi un piccolo reportage: “Munnizza shooting”


Leggi anche:


Emergenza a Palermo. Rifiuti a fuoco in diverse zone della città e pietre contro pompieri

Vergogna Palermo. Quando la mascherina serve per non sentire la puzza

Spazzatura. Palermo discarica a cielo aperto


Condividi

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata