Home

Riaprono al pubblico, dopo ben 4 anni, i giardini verdi di Palazzo d’Orleans. Presenti circa 450 animali di 70 specie diverse e diverse rarità botaniche.

Villa d’Orleans è nei ricordi di tutti i palermitani, dai grandi ai piccini. Il Parco, costruito intorno alla metà dell’Ottocento, fu per lungo tempo utilizzato come luogo di sperimentazione agraria, grazie all’opera dell’agronomo Vincenzo Tineo, poi futuro direttore dellOrto botanico. Alcuni alberi oggi esistenti furono piantati proprio in quel tempo. Ad oggi, Villa d’Orleans è l’unico parco ornitologico d’Italia e uno dei pochi esistenti in Europa.

La storica sentenza

La Regione, dopo una sentenza del tribunale di Palermo che aveva riconosciuto alla società privata Salvatore Lauricella la proprietà di parte degli animali, ha chiuso una transazione che ha messo finalmente ad un’eterna disputa. La gestione del Parco è adesso affidata all’Istituto sperimentale zootecnico per la Sicilia, che già da anni ha il compito di provvedere all’alimentazione, alla cura e all’allevamento della fauna ospitata.

Villa d’Orleans: animali, piante e opere d’arte

Sono più di 350 gli esemplari di uccelli che si possono ammirare in tutta la loro bellezza. Passeggiando per i viali del Parco, si possono rivedere i fenicotteri rosa, i variopinti pappagalli, i tucani dal lungo becco, antilopi e daini, uccelli rapaci. Il Parco ospita anche diverse rarità botaniche (estese per circa tre ettari e mezzo), tra cui giganteschi ficus. E per non far mancare nulla, Villa Orleans contiene anche opere d’arte, come “Controluce euforico” di Pietro Consagra e “Il pescatore” di Antonio Ugo.


Leggi anche: Incendi senza sosta in Sicilia, Madonie devastate: aziende e case distrutte – VIDEO


Ingresso: modalità e orari

L’ingresso è gratuito per i prossimi due mesi (agosto e settembre). Si può accedere da martedì a sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00, mentre la domenica dalle ore 10.00 alle 13.00. Dal mese di ottobre è previsto un biglietto di ingresso il cui costo è ancora da definire. L’ingresso ai minori di 14 anni è consentito esclusivamente se questi sono accompagnati dal proprio genitore, da un parente o un soggetto autorizzato e maggiorenne. Le scolaresche, invece, dovranno prenotare online.

cassaro

Rivoluzione al Cassaro di Palermo, da Ztl a zona pedonale: cosa prevede l’ordinanza

Carrozze con cavalli a Palermo, c’è l’ordinanza: con 35° o più scatta il divieto

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata