E’ morta dopo essersi lanciata dal ponte Oreto a Palermo. Pare abbia lasciato il cellulare prima di compiere l’estremo gesto.

La giovane di 23 anni dopo essersi messa a cavalcioni sul muretto si è lasciata cadere nel vuoto. E’ successo oggi intorno alle 13 di oggi (Domenica 28 Giugno). Sono immediatamente arrivati gli agenti di polizia, i vigili del fuoco e i sanitari del 118.

Per lei non c’è stato nulla da fare. Il suo corpo è stato coperto con un telo bianco in attesa dell’arrivo del medico legale e dei familiari. Restano da chiarire le ragioni della tragedia e se la ragazza abbia lasciato qualche messaggio prima dell’estremo gesto.

Ponte Oreto. Il luogo delle scelte tragiche

Alcuni giorni fa un altro tentato suicidio sempre dal Ponte Oreto. Quel giorno un passante è riuscito a bloccare l’uomo che tentava di farla finita. Stavolta non c’è stato nulla fare.

Si ricorda che c’è una linea verde sempre attiva alla quale rivolgersi per le richieste di aiuto. E’ Helpline-Telefono giallo, progetto per la prevenzione del suicidio realizzato dall’Asp di Palermo in collaborazione con l’Afipres Marco Saura, l’Associazione famiglie italiane prevenzione suicidio.

Al numero gratuito 800.011110 rispondono operatori qualificati e opportunamente formati. Dell’equipe fanno parte psicologi, sociologi, psicoterapeuti e tecnici della riabilitazione psichiatrica. (blogsicilia.it)

Leggi anche:

Palermo. RAP, rubavano 1300 litri di carburante al giorno. 21 arresti – VIDEO

Scuola. Speranza: Test sierologici per tutti, poi tamponi a campione. Vaccino sarà gratuito

Palermo. Riaprono Biblioteche e siti culturali, ingressi limitati e solo su prenotazione. Ecco come

Il pozzo misterioso di Palermo

UNIPA. Il rettore: “Niente più tasse per due studenti su tre

Esami all’università: il prof. può obbligare a comprare il libro?

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata