Home

A Palermo scendono in piazza i sindacati degli edili, della scuola e della Rete degli studenti per chiedere di accelerare l’avvio dei cantieri con l’utilizzo dei 17 milioni e mezzo di euro assegnati col decreto Agosto per la messa in sicurezza delle scuole cittadine e della provincia.

L’appuntamento è alle 9.30, davanti Palazzo Comitini in via Maqueda. Si tratta dei finanziamenti per 17.467.396 euro annunciati dal Miur alla città metropolitana di Palermo, indispensabili per l’adeguamento strutturale e l’efficientamento energetico del patrimonio di edilizia scolastica.

Scuola Palermo, protesta dei sindacati

“Da luglio sono a disposizione queste somme da parte del governo nazionale destinate a lavori di adeguamento per migliorare lo stato degli edifici e i servizi per il mondo della scuola”, dicono Fillea, Filca e Feneal Palermo. “Dopo due richieste inviate alla direzione edilizia scolastica della città metropolitana di Palermo per costituire il tavolo di monitoraggio e avere il quadro esatto degli interventi – aggiungono -, ci autoconvochiamo presso la sede dell’ex Provincia per avere risposte su un tema così importante e strategico”. Assieme all’apertura dei cantieri, i sindacati chiederanno la sottoscrizione dei protocolli per la sicurezza dei lavoratori.

Leggi anche:

Muore a 14 anni da sola a casa, si stava per collegare con la scuola in Dad

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata