Home

Istruzione. Ieri, la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina è stata ospite a ‘Ripensare l’educazione nel XXI secolo’, il ciclo di appuntamenti dedicato al presente e al futuro del mondo dell’insegnamento. L’evento inoltre si è inaugurato in apertura con la presenza del Premier Giuseppe Conte e della senatrice Liliana Segre. 

Stiamo lavorando per il ritorno a scuola

“Il lavoro che stiamo svolgendo per portare la scuola fuori emergenza non può impedirci di guardare oltre ed interrogarci sulle nuove sfide da affrontare – ha affermato la Ministra – Lo dobbiamo ai nostri  ragazzi perché il futuro con loro non possiamo metterlo tra parentesi. E la politica se vuole fare bene deve proiettare lo sguardo oltre”.  

Attraverso una diretta Facebook di questi giorni la Ministra ha anche voluto sottolineare la voglia di un ritorno della didattica in presenza. 

Trasporti e tamponi

“Si sta lavorando anche in queste ore insieme alle Regioni, ci sarà a breve un incontro, da un lato per i trasporti, dall’altro lato per tamponi e test rapidi”.

I macro argomenti che portano dello scietticismo sul ritorno tra i banchi di scuola sono i trasporti e gli screening di massa.

“Sono già partiti i tavoli con i prefetti. Se c’è da ragionare sui trasporti non lo si può fare solo dal punto di vista nazionale, ogni territorio ha le sue esigenze, i tavoli con i prefetti ci aiutano a risolvere le criticità. Inoltre come ministero abbiamo chiesto una corsia preferenziale per la scuola per i tamponi”.

L’obiettivo è portare il mondo dello screening nelle scuole. Riusciranno ad aprirsi le porte deel mondo scolastico nel 2021?


Il virologo Pregliasco: “Il rientro a scuola? Pura pazzia”

Lucia Molè, la ragazzina e le lezioni sulla panchina per protesta


Condividi
Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata