Home

La Sicilia rischia di essere catapultata in zona rossa. Sarà una settimana cruciale per l’isola. Lo stesso presidente Musumeci ha fatto sapere che il rischio è reale: nel bollettino domenicale si contano 1.120 casi di Covid nell’isola, su 16.541 tamponi processati. Il tasso di positività è schizzato al 6,8%, addirittura più alto della media nazionale.

Dati allarmanti che potrebbero portare la Sicilia in zona rossa. Sarà il monitoraggio settimanale a stabilire quale sarà il destino dell’isola per le prossime due settimane, quindi da 19 aprile al 3 maggio. Per la città di Palermo si tratterebbe di un mese di dure restrizioni, considerato che la città è in semi lockdown dal 7 aprile.

In base all’eleborazione dell’Ufficio statistica del Comune di Palermo, sui dati pubblicati dal Dipartimento della Protezione Civile, emerge che nella settimana dal 5 all’11 aprile i nuovi positivi nella Città Metropolitana sono stati 3.118, e il rapporto nuovi positivi settimanali per 100 mila abitanti è pari a 256,78. Per la Sicilia il destino è in controtendenza rispetto alle altre regioni d’Italia. Si attende dunque il bollettino di oggi, generalmente più chiaro rispetto a quello del weekend.

In Sicilia venerdì scorso l’Rt aveva raggiunto un valore molto alto (1,22), sfiorando l’1,25 che fa scattare automaticamente la zona rossa.

Leggi anche

Scuola, chi rientra oggi in classe: la situazione in Italia e a Palermo

Zona rossa, le angosce del proprietario del Bar Massaro: “Che ne sarà di noi?”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata