Home

I dati migliorano, la zona gialla sembra essere alle porte, ma c’è un dato che rtimane invariato nella nostra regione: la diffidenza vwerso il vaccinpo Astrazeneca. E questo ci porta ad essere ultimi in Italia per numero di vaccinazioni. Anche a causa delle tante rinunce.

Dai dati diffusi dal governo, si apprende che la Sicilia ha somministrato il 79,5% di dosi1.691.515 a fronte delle 2.126.385 consegnate. Nessun nuovo impulso, dunque, dalla vaccinazione di massa nelle isole minori e dall’allargamento della platea ai 50enni.

Leggi anche: Sicilia, a volte ritornano: Razza tornerà all’Assessorato alla Salute

Nessuno vuole Astrazeneca

Nell’ultima settimana sono stati effettuati quasi esclusivamente richiami di Astrazeneca. La media è di 3.110 al giorno in tutta l’Isola. Nei frigoriferi rimangono, in attesa di poter essere utilizzate, 247 mila dosi. Ciò significa che solo il 53% di dosi sono state effettivamente utilizzante. a fronte delle 523.800 consegnate.

Un dato davvero preoccupante se si calcola che l’obiettivo è proprio quello di vaccinare tutta la popolazione, nel più breve tempo possibile. Solo così potremo sperare di uscire da questa pandemia.

Purtroppo però la paera e forse anche la cattiva informazione stanno avendo la meglio. Questa diffidenza verso il vaccino Astrazeneca comunque si registra principalmente in Sicilia. Nelle altre regioni si viaggia ad un ritmo regolare e costante con pochissimi casi di rinunce al vaccino incriminato.

Ma se c’è chi rifiuta di essere inoculato con Astrazeneca, c’è anche chi chiede di poter avere le dosi inutilizzate dalle altre regioni. E’ il caso, ad esempio, della Lombardia. Lì quasi nessuno rifiuta il siero anglo-svedese, ad oggi parliamo di circa l’1% di rinunce, e così l’assessore Moratti ha chiesto le dosi di AstraZeneca rifiutate dalle regioni.

Insomma, la paura del vaccino è più forte della paura del Virus. E noi siciliani rimaniamo fanalino di coda nel campo delle vaccinazioni. Siamo invece campioni indiscussi nella caccia alle patologie che possono servici per venire inoculati con Pfizer o Moderna ed evitare il tanto discusso siero.

Potrebbe interessarti:

Palermo, festa di compleanno con 45 persone: scattano le sanzioni

Covid, a giugno l’Italia sarà la nuova Gran Bretagna: la previsione di Sileri

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata