Home

Una domanda che molti ragazzi tirocinanti si pongono è proprio questa: abbiamo diritto alla ferie? Quanti giorni ci spettano?

Iniziamo con il dire che non tutte le tipologie di contratto danno diritto alle ferie pagate. In particolare queste non spettano durante gli stage curricolari ed extracurricolari, a meno che non vengano presi altri accordi con l’azienda (sia riguardo ai giorni di astensione che l’eventuale retribuzione).

Leggi anche: Unico vaccino per influenza e Coronavirus? Ecco cosa dicono gli studi

Invece gli apprendisti, a prescindere dalla tipologia di apprendistato concordato, maturano i giorni di ferie retribuite come gli altri dipendenti assunti a tempo determinato o indeterminato.

Vediamo nello specifico cosa prevede la legge.

Stagisti e ferie

Per gli stagisti (sia curriculari che extracurriculari) la legge non prevede il diritto alle ferie dato che – da punto di vista formale – il tirocinio è un percorso formativo e non un vero e proprio contratto di lavoro. Per la stessa ragione gli stagisti ricevono un “rimborso spese” e non lo stipendio pieno.

Questo non significa che agli stagisti sia vietato andare in ferie in modo assoluto.

Nulla vieta al datore di lavoro di concordare un periodo di assenza più o meno lungo. In genere corrispondente alle ferie estive, allo stesso modo dei dipendenti regolarmente assunti.

Tuttavia se l’azienda non vuole concedere le ferie non può essere obbligata a farlo e, di conseguenza, lo stagista non potrà avanzare nessuna pretesa né in estate né tantomeno a Natale o altre festività.

Quanti giorni spettano

In stage non esiste una disciplina specifica riguardo al tetto massimo di giorni di assenza anzi, a dire il vero, gli orari di lavoro dovrebbero essere flessibili. Giorni di assenza, permessi, ferie e obblighi formativi sono rimessi agli accordi contrattuali con le singole aziende ospitanti.

Apprendisti e ferie

Diversamente dallo stage, chi è in apprendistato ha diritto alle ferie. Regolarmente retribuite come prevede il CCNL della categoria applicata. I giorni di ferie dell’apprendista maturano secondo quanto stabilito dal contratto nazionale: generalmente 26 giorni di ferie all’anno di cui almeno 2 settimane devono essere fruite nei mesi tra maggio e settembre.
Ma, a prescindere dal contratto applicato, la legge prevede che, in ogni caso, il periodo di ferie deve essere di almeno 30 giorni annui per i lavoratori con età inferiore a 16 anni e almeno 20 dai 17 anni in poi.

Perché gli apprendisti hanno diritto alle ferie e gli stagisti no?

Il motivo è presto detto. Lo stage non è un vero e proprio contratto di lavoro e per questo i tirocinanti non maturano permessi, malattie, ferie e ROL. Se durante lo stage si ha la necessità di assentarsi bisogna prendere accordi privatamente con l’azienda ospitante. Al contrario l’apprendistato rientra tra i contratti di lavoro subordinato e quindi all’apprendista spettano tutti i diritti che la legge prevede per gli altri impiegati: ferie retribuite, tredicesima e quattordicesima (per chi ne ha diritto), permessi, malattia e maternità.

zone rosse

Ultim’ora, altre due Zone rosse in Sicilia: allarme contagi nei comuni del Palermitano

ARCA

Unipa, i consorzi della Sicilia occidentale diventano nuovi partner nell’ARCA

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata