Home

Un aiuto per i giovani siciliani che vogliono fare impresa. La Regione Siciliana ha presentato, con l’Irfis, il premio “La tua idea di impresa in Sicilia”, iniziativa con la quale verrà finanziata la fase di start-up di nuovi progetti imprenditoriali sviluppati da giovani inoccupati o disoccupati. In palio 10 premi da 10mila euro ciascuno che possono costituire il punto di partenza per i giovani per iniziare a fare impresa.

“Vogliamo che vi siano nuove opportunità di lavoro per i giovani”, ha spiegato il presidente della regione Siciliana Nello Musumeci in conferenza stampa. Il bando, che partirà già oggi, prevede un ulteriore sostegno dell’Irfis anche nella seconda fase con dei finanziamenti a tassi fortemente agevolati. “Vogliamo che i giovani con idee possano realizzare il proprio sogno. Per essere ammessi i soggetti dovranno essere residenti in Sicilia da 6 mesi, disoccupati o inoccupati e con un età compresa tra 18 e 35 anni. Con i progetti che verranno analizzati da una commissioni”. 

Un sostegno per le giovani start-up in Sicilia

Grande soddisfazione per il lancio del progetto anche da parte del presidente dell’Irfis Giacomo Gargano: “Con questo governo abbiamo riscoperto la dignità dell’Irfis. Questo è un premio che vuole servire da stimolo. È la scintilla, l’inizio per la propria attività imprenditoriale – ha spiegato Gargano -. Pubblicheremo oggi il regolamento. Gli uffici dell’Irfis sono a disposizione per quei ragazzi che potrebbero avere delle difficoltà a creare il loro business plan. La valutazione terminerà il 15 giugno e dopodiché il giovane potrà venire da noi per ulteriori finanziamenti. L’unico requisito è che il progetto sia autosostenibile”.

Una importante occasione per i giovani siciliani che hanno già dimostrato di guardare con attenzione a tutte le opportunità a disposizione per cercare di fare impresa. Nel quarto trimestre del 2020, infatti, secondo i dati del registro delle imprese, la Sicilia, con 549 startup innovative si è collocata al settimo posto tra le regioni italiane. Davanti alla Sicilia ci sono Lombardia, Lazio, Campania, Veneto Emilia Romagna e Piemonte. Tra le prime 20 provincie ci sono Palermo e Catania, rispettivamente al quattordicesimo e al sedicesimo posto. “Vogliamo dare una speranza ai giovani, uno stimolo e un sostegno per far sì che la loro idea di impresa possa realizzarsi in concreto”, ha concluso Gargano. 

Leggi anche:

Università, combattere la crisi economica e incentivare gli studenti ad iscriversi

Palermo, la “ricetta” del sindaco Orlando contro i furbetti del reddito di cittadinanza

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata