Home

È tutta orgogliosamente nostrana la Produzione di “Ti ho seguito senza conoscerti”, il nuovo docu-film sulla vita di don Pino Puglisi, il prete di Brancaccio ucciso dalla Mafia il 15 settembre 1993 e reso beato nel 2013 da Papa Francesco, come riporta BlogSicilia.

“Ti ho seguito senza conoscerti”: un film tutto siciliano

La lavorazione del docu-film è interamente augustana. Prodotto da Fine Art Produzioni srl in associazione con il Centro d’accoglienza Padre Nostro ETS (voluto e fondato da Padre Pino), il film è giusto quasi al termine.

“Ti ho seguito senza conoscerti”: trama

Davide è un giornalista di Trieste che arriva in Sicilia per lavoro. Visitando la Cattedrale di Palermo, si imbatte nel sepolcro di don Pino Puglisi o 3P (Padre Pino Puglisi), così veniva affettuosamente chiamato. Da lì, il giornalista intraprende una personale ricerca volta a ripercorrere i luoghi di don Pino. Dalla Godrano degli anni ’70 al difficile quartiere di Brancaccio, dove il sacerdote impartiva le sue lezioni di vita ai giovani. Proprio qui, don Pino venne ucciso nel giorno del suo cinquantaseiesimo compleanno da due sicari, sotto la sua abitazione. Ad accompagnare Davide in questo “viaggio”, gente che ha avuto l’onore di conoscere Padre Puglisi e di poter collaborare con lui, ma non solo. Tante anche le persone che non lo hanno mai conosciuto, ma che hanno sposato la sua missione: “seguendolo senza conoscerlo”.


LEGGI ANCHE: Biagio Conte tira le orecchie a Salvini: “Il respingimento è un brutto gesto”


Le parole del regista

Il regista augustano del docu-film, Lorenzo Daniele, commenta così il nuovo progetto: «Il fine di questo docu-film è prevalentemente didattico e divulgativo: far conoscere alle nuove generazioni la vita e l’opera di questo straordinario esempio di “uomo di Dio” che ha sacrificato la propria vita per salvare quella dei bambini e ragazzi che lo seguivano e che sottraeva alla malavita organizzata”. E aggiunge: “Padre Puglisi è un Santo dei nostri giorni che continua a suscitare un grande interesse anche da parte del mondo laico, e per questo è fondamentale continuare a raccontare ai giovani questa storia che non è quella di un prete anti-mafia, come titolarono i giornali dell’epoca, ma quella di un uomo semplice e colto, umano e Santo che al suo killer si rivolse con un sorriso, l’ultimo».

La distribuzione del docu-film su Pino Puglisi

Ti ho conosciuto senza conoscerti” verrà presentato in anteprima a Palermo nel corso di un evento organizzato per l’occasione. Incerta ancora la data. Il docu-film, che verrà anche distribuito attraverso una rete di cinema regionali e nazionali, sarà presentato in diversi festival e rassegne cinematografiche di carattere internazionale. Di grande importanza, il coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado, comprese in quella che vuol essere un’efficace campagna d’informazione.


Tre cose per essere “positivi”, e non al tampone!


Sicilia, scandalo dati covid: uffici in tilt e una nuova guida

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Cristina Riggio

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata