Home

Ancora un’altra tragedia all’Università, questa volta addirittura con un’email inviata prima del tragico gesto. Un 30enne iscritto al corso di Medicina in inglese all’Università di Pavia si è toto la vita nel collegio dell’Edisu dove era ospite.

Prima ha programmato l’invio di una email al rettore dell’ateneo Francesco Svelto e alla redazione del quotidiano La provincia pavese. Nella lettera il giovane mette in discussione il sistema dei crediti necessari per passare all’anno successivo del corso.


Leggi anche: Università, blocco esami per gli studenti che non pagano le tasse: “Lesione del diritto allo studio”


Universitario si suicida e invia un’email al rettore

Il giovane molto probabilmente temeva di non riuscire a rispettare il programma degli esami annuali e rischiava così di perdere il diritto alla Borsa di Studio e il posto nello studentato. Il 30enne aveva paura di non poter più sostenere la sua formazione.

L’uomo in passato aveva già avuto problemi di depressione. “Il dolore per una tragedia di questo tipo prevale su tutto – commenta il rettore Svelto -. Nel merito di quanto scrive lo studente ero già intervenuto in passato. Quello che posso fare sui regolamenti è sensibilizzare i colleghi, e che il tema venga trattato con serietà anche in commissione paritetica”.


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata