Home

27 dicembre 2020. Una data storica, che riarderemo e che leggeranno i nostri nipoti sui libri di storia. E’ il giorno della speranza! Dopo tanti, troppi giorni di sconforto e tristezza oggi si getta un seme per la rinascita del nostro mondo. Parte ufficialmente in Italia il ‘Vaccine-day’ europeo, la campagna di vaccinazione contro il coronavirus.

V-day. Le prime somministrazioni di vaccino allo Spallanzani

Già effettuate le prime tre somministrazioni allo Spallanzani di Roma (VIDEO). Sono stati vaccinati alle ore 7.20 di questa mattina, la professoressa Maria Rosaria Capobianchi, l’infermiera Claudia Alivernini e l’operatore sociosanitario Omar Altobelli. I primi in Italia a ricevere il vaccino anti-Covid.

Presenti nell’Istituto il commissario straordinario per l’emergenza covid Domenico Arcuri, il ministro della Salute Roberto Speranza, il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti, l’assessore alla Sanità del Lazio Alessio d’Amato e il direttore sanitario dello Spallanzani Francesco Vaia.

”Oggi è soltanto un giorno che serve a dare l’idea di una bella Europa che ha comprato i vaccini per tutti e che ha organizzato la distribuzione.

Dalla prossima settimana comincerà la vaccinazione di massa”, ha detto Arcuri, aggiungendo: ”Facciamo il tifo perché anche gli quattro altri vaccini che l’Unione Europea ha sottoscritto possano essere autorizzati”.

“Non è la fine, è ancora lunga ma è l’inizio della fine. Passo dopo passo, grazie agli operatori sanitari, è l’inizio della fine”, ha commentato Zingaretti, continuando: “Oggi è una giornata di speranza, un giornata simbolica. Ma non dobbiamo abbassare la guardia, ci aspettano mesi di dura battaglia in una fase nuova”.

Le dichiarazioni dei primi vaccinati

L’infettivologa: “Vaccinata, mi sento privilegiata”

La virologa vaccinata: “Orgogliosa”

A Roma il primo vaccinato d’Italia: “Emozione unica”

Le dosi consegnate a tutti i Paesi europei per il ‘Vaccine-day’ sono in numero ‘simbolico’ 9.750, la distribuzione vera e propria inizierà dalla settimana che inizia domani e, fa sapere il ministero della Salute, all’Italia arriveranno circa 470mila dosi ogni settimana.

Intanto a Palermo…

Il carico di vaccini, arrivato la notte scorsa all’aeroporto di Palermo, è stato consegnato all’ospedale Civico del capoluogo siciliano. Alle 11.30, sarà somministrata la prima dose di vaccino al primario del Pronto soccorso Massimo Geraci e poi ad altri operatori. Saranno presenti il Governatore Nello Musumeci e l’assessore alla Salute Ruggero Razza.


Leggi anche:

Natale. Bimbo siciliano commuove tutti: “Regalo tutti i miei risparmi alla Croce Rossa”

La Cina diventerà la prima economia al mondo, supera gli Usa «Accelerazione causa Covid». VIDEO

V-DAY: 685 dosi stasera a Palermo, IL VACCINO ARRIVA IN SICILIA


Condividi
Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata