Home

Giovani i taliani bloccati in diverse parti del mondo. I contagi da turismo estivo diventano sempre più preoccupanti.

Diversi gruppi di giovani italiani partiti per Malta, Dubai e per l’isola greca di Ios sono accomunati dal destino di non non oter rientrare a casa a causa del covid. Quando sono partiti per le vacanze di certo non avrebbero mai immaginato di rimanere bloccati all’estero. La situazione invce si fa sempre più preoccupante e ha costretto il ministero degli Esteri a intervenire. Viene raccomandato di “pianificare i viaggi internazionali con estrema attenzione, contemplando la possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo lontano da casa“.

Leggi anche: Sicilia, Costa: “Così rischiamo il lockdown”

I giovani bloccati a Dubai

Trecento studenti sono al momento bloccati a Dubai. Stavano partecipando ad una vacanza studio messa in palio dall’Inps, in collaborazione con Accademia Britannica. Adesso i 300 ragazzi sono bloccati negli Emirati Arabi. Dopo i primi 11 casi di positività, il numero di contagiati è vertiginosamente salito a 200 a seguito del risultato del doppio tampone. I giovani, assistiti da una task force di medici e paramedici e monitorati dal Consolato italiano, sarebbero dovuti rientrare in patria mercoledì 14 luglio. Fortunatamente pare non ci siano condizioni di particolare gravità per nessuno di loro.

I giovani bloccati a Malta

Quarantena obbligatoria anche per 120 ragazzi a Malta.  Sono in quarantena obbligatoria presso un Covid hotel. I genitori hanno denunciato l’assenza di “un’adeguata assistenza sanitaria”. Il caso è arrivato fino in Parlamento, dove la senatrice di Italia viva Laura Garavini ha indetto un’interrogazione urgente al ministro degli Esteri Di Maio perché si attivi per risolvere la situazione. 

Maturandi in isolamento in Grecia

Sono quindici i maturandi in isolamento in Grecia. Il rientro dal loro viaggio per festeggiare la fine del liceo era previsto martedì 13 luglio. Invece, una quindicina di studenti veneziani ha deciso di auto isolarsi nell’isola di Ios quando un loro compagno ha iniziato ad accusare i sintomi del Covid. Dopo essersi sottoposti a tampone, cinque di loro sono risultati positivi. Le condizioni di tutti sono buone ma al momento non sanno quando potranno rientrare in patria. 

Paura per le isole italiane

Così anche le isole italiane corrono ai ripari. Spaventate dal rischio di contagio durante le vacanze estive, Sardegna e Sicilia si stanno attrezzando con misure ad hoc. La prima sta lavorando a un’ordinanza per ripristinare i test anti-Covid all’ingresso, mente da noi sono già stati disposti tamponi obbligatorio per chi arriva da Malta, Spagna, Portogallo e da alcuni Paesi extraeuropei. 

Film sotto le stelle, torna Cinema City Palermo: il programma al Foro Italico

Sicilia, Costa: “Così rischiamo il lockdown”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata