Home

Parola ai siciliani sui valori della Sicilia. Un sondaggio svolto da Birra Messina in collaborazione con Doxa ha stabilito i valori e i piaceri di coloro che vivono e amano l’isola. Tra le tradizioni più antiche sinonimo dei valori più veri di questa terra, i siciliani mettono al primo posto la cucina tipica e il cibo di strada (88%). Seguono questa parte di sondaggio feste/tradizioni religiose (72%), artigianato delle ceramiche (65%) e opera dei pupi (63%).

Se si chiede a un siciliano quali sono i mestieri più antichi che oggi possono essere riscoperti in chiave moderna e trasformati in progetti di vita lavorativa, al primo posto si trova il puparo (65%). Seguito dall’artigiano delle maioliche (57%), dal pescatore (52%), dal pastore (50%). Al quinto posto l’agricoltore (49%). Questi sono i numeri sempre forniti da Doxa con Birra Messina.

Esistono ricette che entrano nel cuore e non escono più. Alcune magari sono note in una sola zona della Sicilia che i siciliani segnalano affinché non se ne perda traccia e memoria. Primo fra tutti lo sfincione palermitano. La tipica focaccia con pomodoro e caciocavallo ottiene il 67%. Al secondo posto si trova l’ormai quasi dimenticata granita ai gelsi neri (64%). Poi la pasta con i tenerumi (53%), una zuppa realizzata con gli spaghetti spezzati, la zucchina lunga siciliana e le sue foglie (i cosiddetti tenerumi).


Leggi anche: Ecco quali saranno i 30 lavori più redditizi dei prossimi 10 anni


La classifica dei “valori della Sicilia”

Scendono sulla classifica la pasta ‘ncasciata, al forno, resa celebre da alcune scene de ”Il Commissario Montalbano” (52%), la stigghiola (51%), piatto povero palermitano realizzato con le budella di agnello e la pignolata (47%), dolce tipo messinese con una montagnola di pasta dolce fritta, poi ricoperta con una glassa di limone o cioccolato.

La ricerca rivela inoltre un dato particolare. Il 12% dei siciliani ammette di conoscere poco la propria terra. Mentre l’84% del campione afferma con sicurezza che prova spesso un senso di meraviglia e stupore di fronte ad aspetti inediti e poco conosciuti della propria terra. I siciliani sembra che conoscano la propria terra e la amino. E come un diamante prezioso si spera che la Sicilia sia preservata.


Leggi anche

Ficarra e Picone su Netflix, le anticipazioni sulla serie: quando e dove vedere le riprese a Palermo


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata