Home

Quante volte vi è capitato di riascoltare la vostra voce in un messaggio vocale e di pensare che non vi piace affatto? Ebbene adesso sarà possibile anche modificarla! Ecco come camuffare il proprio tono vocale attraverso effetti e app che alterano la nostra voce.

Come camuffare la voce dei messaggi audio

Ora con un trucco è possibile cambiare la voce nei messaggi audio, inviando un vocale modificato in grado di migliorare (o camuffare) il tono degli utenti che inviano il vocale.

La funzione per modificare la voce su WhatsApp non è interna all’app, che sta però lavorando su un’opzione per mandare avanti i messaggi audio velocizzandone l’ascolto. Ma è possibile farlo affidandosi a diverse app esterne presenti su iOS e Android.

Le app per modificare la propria voce possono essere utili non solo per rendere i messaggi vocali più divertenti, ma anche per fare degli scherzi e  amuffare la propria voce quando si sceglie di contattare utenti che non conosciamo per brevi informazioni (preservando così la nostra identità).

Ecco quali sono le app migliori

Le app che permettono di modificare la propria voce sono diverse. Tutte sono ben strutturate per consentire agli utenti di scegliere quella più adatta alle proprie esigenze.

Ve ne suggeriamo alcune da provare:

Voice Changer Plus: disponibile solo su iOS (da non confondere con l’omonima app disponibile anche su Android) e sviluppata da Arf Software Inc. L’app permette di scegliere tra diversi effetti sonori come il robot o l’effetto elio con oltre 55 effetti diversi. Semplice e intuitiva.
Cambia Voce -Effetti audio: l’alternativa migliore su Android, come segnalato da diverse testate del settore. Supporta tantissimi effetti e permette l’uso di suoni personalizzati per alterare il proprio timbro vocale ed esportarlo e inviarlo attraverso i principali social network, incluso WhatsApp.

Come inviare un audio con voce camuffata su WA

Inviare un vocale con voce modificata su WhatsApp è quindi strettamente legato alla registrazione che si effettua all’interno di una delle app che vi abbiamo suggerito.

Successivamente deve essere fatta l’esportazione su WhatsApp che invierà il file come allegato esterno. Questo purtroppo è l’unico elemento che spezza l’illusione di una voce improvvisamente cambiata. Perchè l’audio arriva come fosse un allegato e quindi perde il carattere di spontaneità. Per inviare questo tipo di file bisognerà infatti ricorrere ogni volta ad app esterne inviando un vocale necessariamente sotto forma di file di registrazione. Questo, inevitabilmente, farà intuire al destinatario del nostro audio che abbamo fatto ricorso a qualche trucco. Ma, al momento, è l’unica strumento che abbiamo per modifcare le nostre voci.

Provate, sarà divertente!

Leggi anche

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata