Home

Ascoltare la musica mentre si studia o si lavora rende più produttivi.

È quanto emerge da un sondaggio condotto da OnePoll per conto della Colorado State University: su duemila americani intervistati, di età compresa tra i 18 e i 76 anni, 3 su 4 hanno dichiarato di aver memorizzato meglio le informazioni apprese mentre sentivano musica.

La musica più ascoltata

Al primo posto, c’è la musica classica, all’ultimo il pop e le colonne sonore (purché solo strumentali).

I dati

La tendenza si è affermata con forza sempre maggiore tra i giovani: la percentuale di chi studia abitualmente con la musica nelle orecchie sfiora il 60% nella fascia dei 18-25enni, mentre solo poco più del 41% dei 58-76 anni ha dichiarato che ascoltava musica sui libri quando era studente. Ma non c’è solo la musica. Il 30% preferisce, come sottofondo al proprio studio, i suoni della natura, mentre il 24% riesce a studiare ascoltando contemporaneamente un podcast. Molti di loro dicono di affrontare i test con più facilità (64% contro 45%) e comunque vanno a lezione sentendosi più preparati (80% contro 66%).

Fonte: Il Corriere

Bere birra fa bene alle ossa: lo studio di un’Università italiana

Lo sfogo di una laureanda: “L’Università è diventata un privilegio, aiutate gli studenti”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata