Home

È stato preso a calci e pugni da uno sconosciuto solo per aver baciato il suo compagno in pubblico. Siamo a Roma, alla stazione di Valle Aurelia. Qui Jean Pierre Moreno, rifugiato e socio dell’associazione Gaynet Roma, è stato aggredito da un uomo che, dopo aver visto Jean baciare il compagno, ha attraversato di fretta e furia i binari e li ha picchiati entrambi.

«Non vi vergognate?», ha detto l’aggressore, e poi calci e pugni. «Quasi per miracolo senza gravi conseguenze fisiche — denuncia l’associazione — nonostante la violenza con cui il soggetto si è scagliato, come si vede nel video girato da un amico della coppia che si trovava con loro. Colpito anche il compagno di Jean Pierre anche se marginalmente. I fatti risalgono alla sera del 26 febbraio.

Gay aggredito a Roma per aver baciato il compagno, il video

Gay aggredito a Roma, la denuncia

“Attendiamo adesso il pronunciamento del pubblico ministero su quanto accaduto” spiega il referente di Gaynet Roma Rosario Coco. Il legale auspica che si faccia tutto il possibile per l’identificazione dell’aggressore e per classificare questo reato nel miglior modo possibile secondo gli attuali strumenti giuridici.

“La Legge Zan, in attesa di approvazione definitiva al Senato, avrebbe certamente imposto alle autorità di accertare sin da subito l’eventuale movente dei fatti sulla base dell’odio omotransfobico”, dice.

“Quanto accaduto è purtroppo ormai parte di una quotidianità intollerabile in un Paese europeo che dice di guardare all’europeismo delle istituzioni Ue ma si ritrova nei fatti una cronaca degna della repressione che vediamo in Polonia” conclude.

Leggi anche

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata