Home

La birra siciliana prodotta in provincia di Palermo propone cinque prodotti differenti e tutti, fin dal nome, hanno un chiaro richiamo alla Sicilia.

Dorata, con un bel cappello di schiuma bianca e persistente. Al naso, note agrumate di limone e arancia preponderanti. Sentori di cereale e crosta di pane. In bocca è più fruttata, poco amara con il frumento biologico di Giustalisa che la rende leggermente acidula.

Birra dei Vespri vince due medaglie d’oro al Concours de Lyon, una prestigiosa competizione di livello internazionale.
Le birre siciliane premiate sono Lavika e MoraMora.

La Lavika è una birra di colore ambrato in puro stile americano. Al naso intense note agrumate e di frutta esotica; al palato un aroma floreale e spiccati sentori di frutta matura. La MoraMora è una birra da “meditazione”. Il suo colore è un nero intenso ed impenetrabile, con una schiuma beige cremosa. Al naso rivela profumi intensi di cacao, caffè e liquirizia, e delicati di cocco e vaniglia.

Il Concours International de Lyon

Capitale della gastronomia francese, Lione ospita ogni anno il Concorso internazionale dei vini, delle birre, dei liquori e dei distillati.

Sostenuto da partner di rilievo tra cui Les Toques Blanches Lyonnaises, l’Association des Sommeliers Lyonnais et Rhône Alpes e Metro, il concorso comporta la degustazione di migliaia di prodotti provenienti da diversi paesi e premia i migliori vini, birre, liquori e distillati di tutto il mondo.

Nel 2020 il concorso ha valutato 7.740 campioni, rappresentati da 41 paesi. Fin dalla sua creazione, il concorso ha promosso milioni di prodotti grazie alle sue medaglie. Birra siciliana “Birra dei Vespri” ne vince ben due.


Altre notizie:

Dazn, un mese gratis agli abbonati dopo il blackout: ecco come ottenerlo

Sicilia, Parco archeologico di Himera, Solunto e Monte Jato: una nuova stagione di studi e ricerche, accordo con Unipa

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Fabio C.

I sogni non accadono se non agisci

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata