Home

Librino, ordigni nei cassonetti

Ragazzo ventenne arrestato a Catania, nel rione di Librino. Il ragazzo lanciava da uno scooter ordigni artigianali, in cassonetti per la raccolta dei rifiuti distruggendoli.

Il tutto con l’aiuto di un complice che poi è riuscito a fuggire.

Il ventenne è stato inseguito e arrestato da agenti delle Volanti della Questura per detenzione di manufatto esplosivo e spaccio di droga. 

Dopo la sua cattura i poliziotti gli hanno sequestrato un ordigno artigianale che è stato repertato e poi fatto esplodere in una cava da personale del nucleo artificieri.

Durante una successiva perquisizione nella sua abitazione la polizia ha trovato sostanze stupefacente, materiale per il confezionamento di dosi, denaro ritenuto provento dell’attività di spaccio e una pistola a salve priva del tappo rosso.

Petardo esplode in mano a un bimbo

Sempre a Catania a causa di si è consumato un altro dramma che ha coinvolto un bambino di 8 anni. Il bimbo ha trovato un petardo per strada che che gli è esploso in mano. Nello scoppio il piccolo ha perso due dita della mano sinistra.

Il piccolo è stato portato all’ospedale Cannizzaro dove e’ stato sottoposto ad un intervento d’urgenza dall’equipe medica del reparto di Chirurgia plastica diretto dal professore Rosario Perrotta. I medici stanno cercando di preservargli la funzionalità’ dell’arto.

Sempre a causa dei botti di capodanno, è ricoverato al Cannizzaro anche un 73enne di Paterno’ per una brutta ferita alla mano sinistra. Mentre un 25enne di Catania e’ stato medicato al volto al pronto soccorso e poi e’ stato dimesso.

Un bilancio non proprio positivo, considerate anche le restrizioni in vigore, che avrebbero dovuto scongiurare la presenza di gente in giro nei giorni di Capodanno. Ma purtroppo la stupidità non va mai in quarantena.


Leggi anche:

Vaccino AstraZeneca. In arrivo 2 milioni di dosi a settimana

Le risposte da dare per smontare le teorie dei No Vax

Covid. Razza: “Stop a viaggi e luoghi pubblici per chi non fa il vaccino”


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata