Home

Tra i mega atenei statali (quelli con oltre 40.000 iscritti) italiani nelle prime quattro posizioni si mantengono stabili, rispettivamente, l’Università di Bologna, prima con un punteggio complessivo pari a 91,5, inseguita dall’Università di Padova (88,5), dall’Università di Firenze (86,2) e da La Sapienza di Roma (85,7). Lo rileva il Censis nella sua nuova “Classifica delle Università italiane“.

Nella classifica del Censis, sale di una posizione l’Università di Pisa, classificandosi quinta con un punteggio pari a 84,7, con un incremento di 9 punti per l’occupabilità e di 13 per la comunicazione e i servizi digitali. L’Università di Torino (81,8 punti) perde due posizioni e retrocede al settimo posto, dopo la Statale di Milano (83,3). Ultima è l’Università di Napoli Federico II, preceduta dall’Università di Catania. L’Università di Bari si conferma in terzultima posizione.

Tra i grandi atenei non statali (oltre 10.000 iscritti) è in prima posizione anche quest’anno l’Università Bocconi (98,2 punti), seguita dall’Università Cattolica (81,8). Tra i medi (da 5.000 a 10.000 iscritti) è quest’anno la Luiss a collocarsi al primo posto (94,6), seguita dalla Lumsa (89,2), con lo Iulm (82,0) al terzo posto. E’ quanto emerge dalla nuova Classifica Censis delle Università italiane edizione 2020-2021.

Il Censis rileva che tra i piccoli (fino a 5.000 iscritti), la Libera Università di Bolzano continua a occupare il vertice della classifica (101,4), seguita dall’Università Roma Europea (90,6), che scala una posizione, sorpassando la Liuc-Università Cattaneo (90,0). Chiude l’Università Lum Jean Monnet (70,6), preceduta dall’Università di Roma Link Campus (80,6)

Focus Università di Palermo

Il dato da rilevare è che l’Università degli Studi di Palermo passa da 79,3 a all’84.2 ma preoccupano soprattutto due dati: Borse di Studio e Occupabilità. Unipa riconquista la 12° posizione. Nel 2019 era stata superata pure dall’Università di Messina. Unipa risale la classifica grazie ad un sostanziale aumento percentuale di tutti i parametri tenuti in considerazione eccetto uno: le Borse di Studio erogate che registrano ancora una volta un peggioramento della prestazioni del ranking.

Diversa la valutazione per quanto riguarda la comunicazione e i servizi digitali, qui UNIPA registra un notevole incremento percentuale che le permette di superare altri Atenei italiani.

Classifica Università: Scienze Motorie. Sorpresa Palermo

Spulciando i dati della classifica Censis, è bene evidenziare l’unico prima posizione che raggiunge Unipa: La didattica di scienze motorie biennale. In questo caso l’ateneo Palermitano è il migliore d’Italia tra i grandi Atenei statali .

Conclusioni

Il rapporto Censis 2020/2021 mostra un netto miglioramento di Unipa in quasi tutti i parametri tenuti in considerazioni. Le prestazioni sono aumentate rispetto all’ultimo rapporto. Comunque sempre meglio dell’Ateneo catanese che si classifica sempre dietro a Unipa.

Le dichiarazioni del rettore:

Le valutazioni del Censis certificano la continua crescita dell’Università di Palermo. Tutti gli indicatori strettamente collegati all’azione ed alle strategie di Unipa – sottolinea il rettore – raggiungono ottimi risultati. Abbiamo infatti ottenuto un punteggio molto positivo per quanto riguarda i servizi, sulla cui qualità stiamo da tempo perseguendo un continuo miglioramento ponendo al centro il sostegno e l’attenzione ai nostri studenti e ai loro bisogni, e per quanto riguarda le strutture, segnale dei considerevoli investimenti fatti per gli ambienti di studio, come aule, biblioteche e laboratori didattici, rendendoli sempre più confortevoli e attrezzati. A fronte di questi dati positivi – continua Micari – bisogna puntare con le altre istituzioni e le imprese sull’occupabilità, il cui punteggio sottolinea la necessità di perseguire nuove politiche di crescita e di sviluppo economico, mirate alla creazione di lavoro qualificato per i nostri laureati, che sono in possesso di una solida preparazione che contribuisce in maniera decisiva sulle loro competenze e professionalità. Con l’elevato punteggio medio raggiunto la nostra Università, inserita nella classifica che le compete, quella dei mega Atenei, si posizionerebbe al sesto posto davanti a prestigiose Università del Nord Italia, come Milano e Torino, e del Sud, come Bari, Catania e Napoli Federico II. Questi dati, insieme ad una crescita del numero delle matricole negli ultimi anni pari al 33%, ci premiano inquadrando il profilo di una realtà universitaria stabile, solida e competitiva. Un Ateneo che fa il suo dovere – conclude il rettore – andando incontro alle esigenze degli studenti con un’offerta formativa sempre più ampia e il sostegno al diritto allo studio con l’allargamento della no tax area fino a 25 mila euro di reddito Isee.

Classifica Università: Posizionamenti Unipa

Leggi anche:

Nota di Unipa sul tonfo in classifica Censis 2019

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

2 Risposte

  1. Avatar
    Sad

    Sulla Comunicazione va fatto notare che, dopo il flop dello scorso anno, sono arrivati quelli dell’agenzia Bonsante e Torro.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata