Home

Vola Colomba bianca vola… non è solo una famosa canzone. Ma in questo caso un vino, un vino siciliano e non solo. Il vino vincitore di Mundus Vini Spring Tasting, una delle più importanti competizioni enologiche di alto livello che si svolge in Germania.

Giunto quest’anno alla sua 27esima edizione. Con una giuria di esperti e critici di altissimi livello, il Mundus Vini Spring Tasting si conferma uno dei concorsi enologici più ambiti della storia.

La linea Quarantanni e Resilience, le premiate

I famosi vini di Colomba Bianca continuano a ricevere grandi attestati da parte della critica d’oltralpe. Stavolta il podio è stato conquistato a livello internazionale ed europeo. A primeggiare sono il Quarantanni Bianco Riserva 2019 e il Quarantanni Rosso Riserva 2018, al vertice della piramide qualitativa del marchio siciliano.

Ottimi risultati anche per la linea Resilience, prodotto di nicchia di Colomba Bianca e che questa volta conquista ben due medaglie d’argento, con il Resilience Perricone 2020 e il Resilience Lucido 2020. Un ulteriore riconoscimento, dopo aver conquistato nel 2020 il Best of Show Sicily White Wine. La linea ha un importante e dignitoso concept dietro: infatti la selezione di vini per veri cultori è dedicata al concetto ‘resilienza’ in vigneto, dove il Catarratto  è protagonista di uno specifico progetto di recupero e valorizzazione da parte dell’azienda trapanese.


La classifica dei migliori vini rossi italiani

La soddisfazione della cantina Colomba Bianca

“Un risultato che ci riempie d’orgoglio – sottolinea Leonardo Taschetta, presidente di Colomba Bianca – che corona in maniera importante, il percorso di crescita di questo specifico progetto produttivo, fondato sulla valorizzazione dei vitigni autoctoni e su vigneti storici”.

E anche noi siamo orgogliosi di far trionfare il nome della nostra bella isola con prodotti d’eccellenza, che ancora una volta conferma di essere la Patria di arti e mestieri semplici ma che regalano le bellezze più nobili.

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata