Home

Si avvicina l’estate 2021, la seconda con il Covid-19 in mezzo. A dare delle spiegazioni sul comportamento che i cittadini dovranno tenere per fermare il contagio è il virologo Fabrizio Pregliasco. Il medico, ospite al programma radiofonico Un giorno da pecora su Rai Radio1, ha dichiarato: “Nei momenti di contatto sì, si deve usare la mascherina. Dipende da come sono organizzati gli spazi“.

E aggiunge: “Poi lancerei la moda dell’abbronzatura che lasci il segno bianco della mascherina sul viso”. Il direttore Sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, ovviamente, usa l’ironia per far capire che comunque la prudenza dovrà essere massima per la bella stagione, anche in spiaggia.

Sempre nel programma radiofonico, Pregliasco in merito alla neo variante indiana dichiara: “Dobbiamo sapere che queste variazioni ci saranno anche in un futuro: quando il virus incontrerà delle difficoltà a diffondersi cercherà continuamente di trovare ulteriori varianti”.


Leggi anche: Addio all’esame di abilitazione, basterà la laurea: a prevederlo è il Recovery Plan


Pregliasco: “In estate abbronzatura col segno della mascherina”

La posizione del virologo Pregliasco sul coprifuoco non è netta. Infatti alla domanda se ritenesse giusta la petizione di Matteo Salvini contro il coprifuoco risponde: “Io non l’ho firmata. Ma spero che con un andamento positivo nell’arco di una quindicina di giorni questo step possa esser superato”.

E sul coprifuoco aggiunge: “Scientificamente la differenza tra un’ora in più e una in meno è difficilmente misurabile – ha spiegato Pregliasco a Rai Radio1 -. Ma è chiaro che stare fuori di più vuol dire aver più persone in giro, più spostamenti, più contatti e quindi un rischio maggiore“.


Leggi anche

Il Covid dilaga a Palermo, Orlando: “Alla vigilia di una strage, incoscienti fermatevi!”- VIDEO


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata