Home

I giochi sono finiti. I regali, per chi li ha fatti, rimaranno quelli. C’è chi ha puntato all’ovvio e chi invece ha puntato allo stupire. Queste sono alcune delle cose più strane che si sarebbero potute regalare ad una persona cara. 

Regalo 1: Gli occhiali Gucci

Gucci per portarsi fuori dalle regole decide di cambiare l’inquadratura e le regole degli occhiali. Li propone al contrario. Il pezzo pregiato si presenta ad una modica cifra di 516 euro, meno dello stipendo part-time in un call center. 

Il design è arricchito inoltre da elementi floreali smaltati, anche questi in pieno stile retrò, e un minuscolo logo Gucci. La parte più divertente di un lancio fashion così stravagante, come sempre, sono i commenti della rete: “Mi piaceva indossare gli occhiali al contrario in quarta elementare perché pensavo di vedere meglio, Gucci mi deve un po’ di soldi”, è uno dei commenti ironici sul web. Si aggiudica il posto tra i regali più strani.

Regalo 2: Le scarpe della Lidl

La catena di supermercati si è buttata nella moda. Lo scorso mese ha proposto una linea di abbigliamento e calzature. La gente, impazzita, è corsa nei supermercati a fare la scorta. A predominare sono il blu, il rosso e il giallo, ovvero i colori del supermercato. Un successo di marketing inaspettato. Ormai le scarpe della Lidl sono diventate introvabili e uno tra i regali preziosi. Almeno questo regalo sarebbe costato solo 13 euro.  Su Ebay alcuni utenti per il loro inestimabile valore le vendono 151 euro.

Regalo 3: La candela dell’orgasmo

Da qualche settimana la star hollywoodiana Gwyneth Paltrow ha dichiarato il suo addio al cinema. Si è detta stanca e ha deciso di abbandonare i set, come fece qualche anno fa la sua collega Cameron Diaz. Però la Paltrow si dà al mondo degli accessori. La scorsa estate l’ex attrice ha messo in vendita le candele con il suo orgasmo. In America il pezzo costa 75 dollari, in Italia 70 euro. Un po’ caro per una candela che prima o poi finirà.

Regalo 4: La cravatta mascherina

Questa invenzione è tutta made in Italy. A Napoli degli esperti di sartoria per non chiudere hanno deciso di fare la cravatta con annessa la mascherina. Il tessuto è lo stesso e la multa viene definitivamente eliminata, grazie a questo marchingegno.  Di certo questi regali non sarebbero risultati scontati.


Vacanze di Natale 2020. Fatto il DPCM, trovata la scappatoia.

Le persone più cercate su Google nel 2020


Condividi

Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata