Home

“Dormire in mezzo alla natura, ammirando un panorama mozzafiato respirando aria pura dentro una bubble room trasparente, abbandonando lo smog e il traffico e lo stress, ma restando in centro città”.

E’ l’iniziativa portata avanti nella loro azienda agricola Villarè a Messina da Angelo e Marzia Villari, padre e figlia.

Padre e figlia, sono stati i primi in Sicilia ad ideare la Green Bubble Room, secondi nel Meridione e tra i pochi al mondo, a proporre questa modalità di campeggio innovativa. Si potrà riposare fra gli orti profumati e sotto le stelle, in una bolla semitrasparente, con tutti i confort.

“La struttura – dice Marzia Villari – è di elevata qualità tecnica, ignifuga e protegge dai raggi nocivi.

La Green Bubble Room ha un diametro di 4 metri ed un’altezza di 3. La temperatura è regolata da un sistema di aerazione e c’è un bagno privato situato in una zona interna e vicino la bolla.


Leggi anche BonuSicilia: come ottenere i contributi per le imprese post lockdown


In più per gli ospiti la colazione, ed eventualmente anche il pranzo e la cena saranno a ‘metro’ zero, grazie alla possibilità di gustare i prodotti biologici dell’orto della fattoria.

La colazione prevede infatti frutta di stagione, pane di farina di Tumminia un grano antico siciliano, il polline raccolto dalle nostre api e altri prodotti caratteristici”.

“Gli ospiti hanno la loro privacy – dice Angelo Villari – perché la bolla si trova nella parte alta dell’azienda agricola dove nessuno può disturbarli. Possiamo accogliere coppie alla ricerca di un momento di tranquillità fuori dal contesto urbano pur restando in centro città, ma anche famiglie con figli.

Fattoria Didattica Urbana

“Nel 2013 – spiega anche Angelo Vilari – ho deciso di cambiare vita, ho lasciato la mia attività di imprenditore nel settore dell’accoglienza e del turismo, e ho deciso di dedicarmi alla terra e così è la prima fattoria urbana di Messina.

Si tratta di quattro ettari circondati dalla città, immersi fra terrazzamenti, agrumeti e uliveti, un luogo in cui vivere in equilibrio con la natura. Dove la terra profonde energia. Dove la tradizione insegna e l’innovazione migliora.


Leggi anche: Bonus PC, tablet e Internet: in arrivo i voucher da 500 euro


La nostra azienda agricola non si occupa solo di coltivazione, produzione e vendita di prodotti agricoli, ma siamo polifunzionali e ci occupiamo anche di accoglienza e soprattutto didattica.

I più piccoli, ma anche gli adulti, potranno conoscere le colture stagionali, gli alberi caratteristici della Sicilia e incontrare gli animali de la ‘fattoria della carezze’ conigli, caprette, asini, galline, suini, oche ed altri ancora.

C’è poi Naturè che è un progetto di educazione all’aperto che s’ispira al modello educativo dell’Asilo nel Bosco, tipico dei paesi del Nord Europa. Si tratta di un progetto didattico innovativo, basato sul principio di natura educante, che punta a stimolare la creatività, l’autostima e la socialità dei bambini.

C’è anche la fattoria sociale perchè crediamo che i suoni, i colori, e le sensazioni che possiamo trovare vivendo a contatto con la natura possano migliorare le sfere comportamentali, sociali e comunicative.

È il vivere in fattoria che permette ai nostri “ragazzi speciali” di uscire dal loro apparente guscio protettivo”

Il Parco sensoriale

“Infine – prosegue Marzia Villari – c’è il parco sensoriale dove i bimbi possono fare un percorso a piedi scalzi che ha una lunghezza di circa 500 metri e alterna in modo equilibrato installazioni sensoriali (le cassette per il tatto e l’olfatto) e giochi a terra, come la pioggia tropicale.


Leggi anche: Sicilia, non è una Regione per giovani


Lungo il percorso si trovano vasche a terra da calpestare riempite con pale di fico d’india (senza spine), cortecce e altri materiali, tutti esclusivamente naturali e di provenienza locale. E poi ci sono vasche bagnate per stimolare i sensi camminando in morbide vasche di fango, torba, oppure su blocchi di pietra e zampilli d’acqua: proverai divertimento e felicità impagabili”.

Chi vorrà potrà conoscere i nostri prodotti con le colture stagionali, gli alberi caratteristici della Sicilia e incontrare gli animali de la ‘fattoria della carezze’ conigli, caprette, asini, galline”.


Leggi anche:

Sicilia. Il bando per gli aiuti a fondo perduto microimprese

Come funziona il Bonus Bancomat: 300 euro per chi paga con carte

Nuovi Concorsi in Sicilia per 123 Assunzioni a Tempo Indeterminato. Ecco le figure richieste e come presentare Domanda

Nuovo Maxi Concorso: 1000 posti disponibili in tutta Italia. Requisito minimo Licenza media. Ecco il Bando e come candidarsi

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata