Home

Tutti i gestori di account Instagram si pongono quesiti su come far crescere ogni giorno la propria azienda sui circuiti online.
Spesso ci si affida ad agenzie web specializzate in Social Media marketing al fine di curare il proprio profilo Instagram o gestire la comunicazione della propria pagina Facebook.
I trucchi del mestiere sono tanti: l’orario di pubblicazione del post, la copertura che esso ha, la qualità della foto da accompagnare al testo.
Ma esiste anche un altro modo che incide sul come fare crescere il numero di follower e migliorare il proprio brand su Instagram.

Instagram. Engagement dei post

Una domanda meno comune riguarda il livello di coinvolgimento (ossia l’engagement) degli utenti rispetto alla propria azienda o brand.
Non basta postare semplicemente una bella foto o pubblicare una storia che mostri il proprio lavoro per avvicinare il pubblico o convincerlo dell’atteggiamento vincente della propria attività.

Ci si deve innanzitutto chiedere quale sia il proprio pubblico di riferimento e valutare la prospettiva opposta al proprio ruolo.
“Se fossi il mio cliente cosa dovrebbe comunicarmi questa foto?” È solo una delle tante domande che ci si deve porre.

Una volta superati i dubbi circa la scelta di una foto piuttosto che un’altra valutando le sensazioni da comunicare, è il momento dei dettagli più tecnici.
Bisogna partire da un dato importante: la minore portata di un post significa minor successo del brand.
È dunque necessario che un post sia accompagnato da hashtag e che questi siano ben posizionati e coerenti con il messaggio che si desidera inviare attraverso l’immagine.
Posizionare gli hashtag all’interno della didascalia dei post è la soluzione.
Seppure questo possa sembrare invasivo rispetto alla didascalia, assicurano un grado di copertura del post nettamente maggiore rispetto a chi tende ad utilizzarli come primo messaggio nella sezione dei commenti.

Quanti e quali hashtag da inserire nella didascalia

Si è appena letto un passaggio fondamentale per come fare crescere il numero di follower e migliorare il proprio brand su Instagram. Ma quali sono i dettagli che fanno la differenza?

Alcune ricerche hanno dimostrato che utilizzando 10/12 hashtag il post gioverà di un engagement ottimale. Si deve però trattare di hashtag che abbiano un collegamento reale con la foto o con il messaggio che si intende comunicare.

Sì ad hashtag generali ma la scelta migliore riguarda quelli di nicchia, ossia quelli più specifici. Questi infatti, seppur meno popolari rispetto ai primi, rimangono più a lungo visibili nel feed e ci faranno conoscere meglio all’interno di una community precisa.

Leggi anche:

Lo spettacolo dell’Etna in eruzione -video-

Reddito di cittadinanza a rischio, chi rischia di non prenderlo a febbraio

Le mani della mafia sui vaccini: arriva l’allarme

Paura di sognare, intervista a una giovane aspirante modella

Spot di Tornatore

“La stanza degli abbracci”, il nuovo spot di Tornatore è commovente

Condividi
Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata