Home

Gli esami della sessione invernale sono nel vivo del loro proseguimento. Tra i docenti che hanno tenuto esami per questo semestre all’Università di Palermo c’è anche il professore Francesco Cappello. Il docente insegna Neuroscienze al dipartimento di Medicina e ha tenuto all’incirca una ventina di esami. Tutti risultati buoni, nessun bocciato. Ma attraverso il suo profilo Facebook, in cui è sempre attivo per comunicare le ricerche del suo team e per dare spiegazioni in maniera semplice, ha voluto sottolineare che gli alunni stanno perdendo la formazione sul campo. E quella mnemonica è solo sufficiente per il voto finale, non utile per la formazione personale. Ripetere a pappagallo, termine spesso usato dagli insegnanti, è utile, secondo Cappello, solo per quel breve esame orale fatto attraverso uno schermo senza anima. 

Il post

Ecco il post delli Francesco Cappello pubblicato su Facebook un giorno fa.

“Oggi ho fatto esami, 20 studenti, tutti promossi, range di voti da 18 a 30. Conoscenze mostrate dagli studenti: poche e superficiali. Capacità critica: non pervenuta.  La pandemia sta desertificando la formazione universitaria degli studenti, i quali non avendo modo di interagire tra loro e coi docenti non hanno altro da fare che provare a imparare e ripetere a pappagallo i riassuntini delle lezioni dei docenti. Penso di non essere il solo ad aver notato questa drammatica involuzione. Dobbiamo uscirne al più presto, o i danni culturali e professionali saranno incalcolabili.  A chi continua a dire “andrà tutto bene” rispondo “sta andando tutto male”. A chi non lo comprende, auguro di continuare a vivere beato. E poi per chi mi chiede perché non abbiamo bocciato tutti gli studenti rispondo che non possono pagare due volte il prezzo di questa pandemia. Agli studenti auguro di recuperare presto il gap che si è creato.”

La comprensione del docente Cappello

Inoltre l’insegnante ha rivelato di non aver avuto il coraggio di bocciare alunni per non fare pagare due volte il peso della pandemia. Cappello si è dimostrato umano e comprensivo nei confronti dei suoi studenti, ma per lui resta fondamentale mettere al centro la perdita formativa dietro ai giovani, che si spera si possa recuperare.


Vaccino Covid. Le 10 risposte del Prof. Cappello

Continua la raccolta fondi contro il tumore di Toni, il cugino a Younipa: “Ci manca poco, aiutateci!”


Condividi

Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata