Home

All’estero si prospetta l’arrivo di una nuova tassa, che per ora, fortunatamente, in Italia non è prevista. Molti media stranieri la stanno ribattezzando “la tassa sugli abbracci”.

In pratica si dovrà pagare una somma di denaro per salutare un amico o un familiare in partenza. L’affetto si misurerà in moneta e un saluto avrà un peso economico. La tassa partirà dall’8 marzo a Londra e via via subentrerà in varie zone dell’Europa.

Chi vuole accompagnare o salutare un caro dovrà pagare almeno 6 euro, anche se si ferma per un fugace saluto. Gli aeroporti londinesi che attueranno questa tassa sugli abbracci sono l’aeroporto di Gatwick, dall’8 del prossimo mese, e dopo quello di Heathrow, prima della fine del 2021.  

Nel Regno Unito la misura ha provocato tante polemiche, dato che interessa due importantissimi scali del paese. Secondo i gestori degli aeroporti la misura serve a scoraggiare l’arrivo in auto private. Per decongestionare il traffico e per bloccare l’inquinamento ambientale. 

I detrattori ne vedono solo un modo sporco di guadagnare contro il sentimento di qualcuno che saluta un caro. La tassa era già stata annunciata lo scorso anno, prima che ci fosse il Covid.

La tassa sugli abbracci, la giustificazione dell’aeroporto

I gestori dell’aeroporto hanno cercato di dare delle motivazioni: “Non è un mistero che stiamo attraverso uno dei momenti più difficili. Dobbiamo esplorare nuove forme di ricavi” ha ammesso un dirigente dello scalo di Gatwick.

Questi cambiamenti, in un momento in cui i passeggeri sono in calo dell’80% e perdiamo 5 milioni di sterline al giorno, ci aiuteranno a salvaguardare l’attività e i posti di lavoro nel breve termine” ha commentato invece il direttore dell’accesso di superficie di Heathrow.

Nel dettaglio, a Londra Gatwick gli accompagnatori che arrivano in auto al Terminal Nord dovranno pagare 5 sterline per l’accesso di dieci minuti. A chi si trattiene più a lungo dovrà pagare una sterlina al minuto fino a 20 sterline aggiuntive per un tempo massimo di 30 minuti: totale 30 sterline. Le nuove regole verranno poi applicate anche al Terminal Sud. I passeggeri che vorranno evitare le nuove tariffe dovranno salutare i cari ai parcheggi per la sosta lunga, senza vedersi più.

Dove dovranno prendere un bus navetta gratuito per l’aeroporto. Una decisione simile si è presentata anche a Londra Heathrow. Si parla di una “tassa di accesso al piazzale” per i veicoli dal costo di 5 sterline, ma non è chiaro se ci saranno anche qui fasce di tariffazione per tempo di permanenza.


Studentessa in lacrime durante un esame, interviene la mamma – VIDEO

Palermo, Orlando blocca il transito nei luoghi più affollati: ecco quali sono


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata