Home

Vi ricordate l’allegra famiglia dello Sperone che arrostiva sui tetti per Pasquetta 2020 in pieno lockdown?

Sembra assurdo ma è passato un anno da allora. E siamo ancora nella stessa situazione.

Il lunedì di Pasquetta saremo in zona rossa. Niente scampagnate, niente gite fuori porta, niente arrostite. Chissà cosa ne pensa “Matteo” e se lui e il suo clan stanno preparando un nuovo “roof party”, con salsiccia, carne, birra e balli di gruppo…Mi viene da pensare che quest’anno le famiglie e i gruppi di amici come quelli dello sperone diventati famosi lo scorso anno, si moltiplicheranno.

Le belle giornate non aiutano a convincersi di rimanere a casa. E anche la stanchezza e l’esasperazione di più di un anno di divieti, restrizioni e distanziamento sociale nemmeno.

La situazione è critica, e lo sappiamo tutti. Ce lo dicono in tutti i modi. Ogni giorno in tv, sul web…i bollettini quotidiani parlano di contagi ancora pericolosamente alti. La campagna vaccinale procede a rilento. La gente è scettica sui vaccini. I negazionisti trovano terreno fertile in questo marasma di disinformazione e ignoranza.

In tutto questo passano le settimane e i mesi. E siamo ancora qui. Fermi allo stesso punto di un anno fa. Anzi, stiamo molto peggio. Perché siamo provati da un anno terribile.

E’ stato deciso che tutta l’Italia sarà in zona rossa per il weekend di Pasqua. Ma tutti sappiamo benissimo che in pochi rispetteranno i divieti. Ne abbiamo avuto piena dimostrazione per le vacanze di Natale. Centinaia di focolai sono nati in tutta Italia a causa degli assembramenti privati. Dei pranzi e delle cene conviviali.

E allora mi chiedo…non sarebbe stato meglio lasciare i ristoranti aperti e garantire le norme di sicurezza? In un luogo pubblico puoi vigilare meglio sul comportamento individuale. All’interno delle case o dei palazzi e delle ville è impossibile farlo.

Ovviamente la mia è una riflessione, priva di polemica o di rabbia. Diverse volte abbiamo detto che la cosa più difficile è prendere decisioni in questi momenti e in queste condizioni. Ma vedo tanta stanchezza e rassegnazione tra i miei amici, i miei colleghi, i miei conoscenti…Mi sento stanca anch’io e a volte stento a comprendere le decisioni dei nostri governanti.

Ma ci dobbiamo fidare. Non possiamo fare altrimenti…e soprattutto dobbiamo rispettare le regole, perchè questo è quello che fa un popolo civile. Anche quando è stanco, arrabbiato e sull’orlo del tracollo finanziario.

E quindi a Pasquetta strarò anche quest’anno a casa con i miei ma, sinceramente…avrei tanta voglia di una bella arrostita sui tetti. Chissà se Matteo mi inviterebbe!

un anno fa…..

La nuova vita di Giuseppe Spagnolo

Era proprio Spagnolo, nei video, ma non solo lui, con le sue esternazioni, a prendere sotto gamba l’emergenza sanitaria in corso. A dire che  la festa era “la vitamina contro quel cornuto di Coronavirus”. Ad un anno di distanza da quei fatti, abbiamo cercato Spagnolo, per constatare se abbia o meno capito la lezione, scoprendo, che per lui è iniziata una nuova vita, quella di attore.

Un film in fase di realizzazione

Spagnolo interpreterà infatti il ruolo di Geppetto in “Pinocchio, tutta un’altra storia”, il film del regista palermitano Nicola Buscemi, le cui riprese inizieranno a breve. Spagnolo e Buscemi hanno già lavorato insieme, realizzando un cortometraggio tra i vicoli della Vucciria di Palermo. “Giuseppe è una persona semplice ed umile – dice il regista -. Ci siamo conosciuti circa cinque mesi fa e ho pensato di farlo partecipare al mio film anche per dargli una occasione di riscatto. Giuseppe non è quello che tutti hanno conosciuto tramite quei video

Leggi anche:

Quanto sei intelligente? Prova il test gratuito che calcola il tuo Q.I.

Italia blindata tra restrizioni e multe salate: ci si può spostare a Pasquetta in Sicilia?

Borgo più bello d’Italia 2021: ecco la classifica finale, terzo posto per la Sicilia

Un brevetto e trent’anni di lavoro. Come nasce il super vaccino italiano

Cane eroe: sviene per un malore, il suo cane blocca il traffico e la salva [VIDEO]

Covid

Bollettino Covid, continua il calo dei positivi in Italia: tutti i dati sui contagi in Sicilia

Condividi
Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata