Home

Chiesa piena a Natale, forse anche troppo. Succede a Castronovo di Sicilia, provincia di Palermo, dove adesso sedici persone sono positive al Coronavirus e il rischio che l’assembramento possa avere provocato ulteriori contagi è fortissimo. 

Un’altro episodio di leggerezza durante le festività natalizie che potrebbe portare conseguenze spiacevoli per un’altra comunità siciliana. Purtroppo tutti nodi vengono al pettine, prima o dopo. Stavolta l’episodio incriminato riguarda una messa di Natale.

Il primo cittadino di Castronovo, Vito Sinatra, anch’egli presente alla funzione religiosa, ha dichiarato: “Posso assicurare che in chiesa tutti indossavano la mascherina e che sono state rispettate le distanze di sicurezza. Adesso aspettiamo che si avvii il drive-in per fare gli esami”. E’ stato chiesto infatti all’Asp, dal primo cittadino, l’avvio di una campagna di screening.

I sedici positivi pare appartengano a due famiglie che collaborano con la parrocchia.

A fare scalpore sono anche le parole dette dal parroco Onofrio Scaglione durante la messa:”C’è molta paura in giro, ma di che? – ha detto il prete ai fedeli mostrando felicità nel vedere la chiesa gremita -. Il Coronavirus non si incontra in chiesa, lo potete incontrare al bar, nei negozi. Qua si viene per pregare, mi raccomando: abbiate questa libertà di scegliere il Signore. Non capisco perché la paura di andare in chiesa”.

Parole che hanno provocato , che hanno provocato forte indignazione, dopo la diffusione sui social. Qualcuno inoltre racconta anche di una riunione in sacrestia per lo scambio di auguri davanti a una fetta di panettone.


Leggi anche:

Sicilia. Open Arms con 265 migranti attesa stamattina a Porto Empedocle

Il virologo Pregliasco: “La terza ondata è certa. Zona rossa per tutto il 2021″

Italia zona arancione oggi: tutte le regole e cosa si può fare


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata