Home

Come sempre il nostro blog da voce alle richieste e alle proteste di tutti. La nostra missione di diventare megafono per le richieste inascoltate della nostra società ci porta a trattare tutti i tempi che ci vengono segnalati. Soprattutto dagli studenti. E soprattutto in un momento delicato come questo.

Ci facciamo oggi portavoce di diverse richieste e segnalazioni pervenute alla nostra redazione da parte di studenti di Scienze della Formazione Primaria, di Unipa.

Le segnalazioni ricevute

Le segnalazioni ricevute, da parte di studenti che ci hanno chiesto di poter rimanere anonimi, riguardano tutte lo spinoso argomento dei tirocini formativi.

Così ci scrive una di loro: “Da quando è iniziata la pandemia, nella nostra facoltà, non si sa come organizzare il tirocinio previsto, nelle scuole convenzionate, come da piano di studi. Abbiamo chiesto delucidazioni a chi di competenza ma non abbiamo ricevuto un riscontro.
Siamo a gennaio ma non sappiamo quando e se potremo iniziare.
Siamo a conoscenza che i colleghi di altri atenei italiani stanno svolgendo, con i dovuti accorgimenti, le ore di tirocinio previsto.
Ci chiediamo perché la nostra facoltà viene abbandonata così, ad Unipa. Rischiamo di andare fuori corso di anni per mancanza di ore coperte del tirocinio!”

Gli studenti ci hanno chiesto di dar voce alle loro richieste, visto che i loro rappresentanti in questo momento così delicato si sono resi assenti, e sordi alle richieste di chiarezza che gli studenti di Scienze della Formazione Primaria fanno agli organi preposti.

“Visto che ci hanno abbandonato anche coloro che dovrebbero garantire le nostre istanze, chiediamo il sostegno del vostro blog, vicino e attento alle problematiche degli studenti universitari” Ci dice uno di loro. Magari tramite voi, riusciremo ad avere risposte circa il nostro destino” continua.

Come avevamo già posto all’attenzione dei nostri lettori in un articolo di qualche settimana fa, la questione legata a Scienze della Formazione primaria riguarda i tirocini. Gli studenti sono indietro di tantissime ore di tirocinio da espletare. I dirigenti scolastici non hanno accettato la presenza di queste figure, proprio per la situazione legata al Coronavirus. Adesso gli studenti si ritrovano a dover ancora sostenere l’esame di tirocinio 2019 e tutte le ore compreso l’esame del 2020.

Le richieste degli studenti

Gli studenti chiedono innanzitutto di esser informati sullo stato delle cose e di aver fatta chiarezza. Visto il silenzio degli ultimi mesi e lo stato attuale delle cose, gli studenti fanno poi richiesta di un abbuono delle ore di tirocinio, almeno quelle dell’anno appena trascorso. Il tutto per non rischiare di dover prolungare di un anno la loro permanenza all’università, con conseguente disagio in termini di ritardato posizionamento nel mondo del lavoro e in termini economici, dovendo eventualmente pagare le tasse universitarie per un ulteriore anno.

Ci auguriamo che presto ci sia chiarezza per tutti coloro che si trovano in questa situazione di incertezza. Da parte nostra continueremo a monitorare la situazione e a dare voce alle richieste degli studenti.

Younipa c’è.


Leggi anche:

News Erasmus: Approvata la didattica a distanza

Unipa. Arriva la CARTA DEI DIRITTI E DEI DOVERI DELLE STUDENTESSE E DEGLI STUDENTI


.

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata