Home

Con il saluto dei rettori delle Università di Palermo, Catania, Messina e Kore di Enna, prende il via l’edizione 2021 di AL Lavoro Sicilia, il career day di Almalaurea che coinvolge i neolaureati e i laureandi siciliani nel primo appuntamento organizzato in collaborazione con la Rete degli Uffici di Placement degli Atenei siciliani. Nel corso dell’evento, in programma dal 22 al 26 marzo, i laureati dell’isola avranno modo di confrontarsi con le aziende e di entrare a contatto col mondo del lavoro per mezzo di dibattiti, workshop e altre iniziative. A inaugurare l’edizione digitale di AL Lavoro Sicilia un videomessaggio dei quattro rettori degli atenei siciliani, che hanno voluto dare segnali di speranza a tutti gli studenti anche in un anno complicato come quello appena trascorso per via dell’emergenza coronavirus. 

“Al Lavoro Sicilia”, il career day delle Università siciliane

Il rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Fabrizio Micari, commenta: “Al Lavoro Sicilia è un’occasione importante alla quale l’Università di Palermo partecipa ogni anno con entusiasmo, perché permette ai nostri laureati di entrare a contatto con le aziende. Viviamo ancora l’esperienza della pandemia, ma abbiamo saputo reagire bene e ci siamo subito dati una regola, quella secondo la quale non si poteva lasciare nulla e nessuno indietro, e così è avvenuto. Il momento del placement è importante – aggiunge il rettore dell’ateneo palermitano – Il valore di un’Università si dimostra da come vengono offerti i laureati al mondo del lavoro e per questo questi eventi sono molto importanti. Al Lavoro Sicilia con Almalaurea per noi è importante perché possiamo proporre i nostri ragazzi, motivati e ricchi di grinta, alle aziende”.

“Abbiamo garantito a tutti i ragazzi le lauree e il supporto necessario nonostante il Covid – spiega il rettore dell’Università degli Studi di Messina, Salvatore Cuzzocrea – È un percorso costruito con accanto Almalaurea e sono convinto che il sistema universitario saprà svolgere un ruolo primario all’interno del recovery plan. In sinergia con Almalaurea potremo formare le generazioni del domani”.

Leggi anche:

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata