Home

Una piccola grande rivoluzione nel mondo dell’Università. La Camera dei Deputati ha infatti approvato all’unanimità la proposta di legge che consentirà agli studenti e alle studentesse di iscriversi contemporaneamente a due corsi universitari. Atteso il voto in Senato.

In base alla nuova proposta di legge, ogni studente potrà iscriversi contemporaneamente a due differenti corsi di laurea, laurea magistrale master, anche presso più Università, scuole o istituti superiori ad ordinamento speciale. Unico divieto, quello di iscriversi allo stesso corso di laurea (o master) in Atenei diversi.

Università, iscrizione contemporanea a due corsi di laurea: la proposta di legge

La proposta di legge era stata già presentata in Parlamento a marzo del 2019. Adesso, dopo un iter lungo due anni, ha finalmente avuto il via libera. Anche se per l’approvazione definitiva bisognerà attendere il voto favorevole da parte del Senato, si tratta decisamente di “Un importante passo in avanti” come sottolineato dalla ministra dell’Università, Maria Cristina Messa. “La proposta di legge – continua la ministra – consentirà al nostro Paese di fare un salto verso il futuro della formazione universitaria, in linea con il resto del mondo“. In Europa sono già diversi i Paesi che riconoscono agli studenti la facoltà di iscriversi contemporaneamente a più di un corso di studio.


Leggi anche: Università, studentessa No Green Pass si rifiuta di uscire dall’aula (VIDEO)


Doppia corso di laurea: la legge nel dettaglio

Nel dettaglio, la legge consente l’iscrizione contemporanea alle seguenti coppie di corsi: due corsi di laurea, di laurea magistrale o di master, anche presso più Università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale; un corso di laurea o di laurea magistrale e un corso di master, di dottorato di ricerca o di specializzazione; corsi di specializzazione medica; corso di dottorato di ricerca o di master e un corso di specializzazione medica. Le iscrizioni contemporanee sono consentite presso istituzioni sia italiane sia estere.

I divieti

A restare non consentito sarà, innanzitutto, la doppia iscrizione contemporanea allo stesso corso di laurea, di laurea magistrale o di master. In secondo luogo, l’iscrizione contemporanea a due dottorati. Possibile invece anche la doppia iscrizione a corsi a numero programmato a livello nazionale ma, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge, sarà il ministero dell’Università e della ricerca a dover stilare un apposito regolamento.

Iscrizione contemporanea a due corsi di laurea: gli strumenti a sostegno

Inoltre, per rendere sostenibile e accessibile la doppia iscrizione anche agli studenti meno abbienti, il testo dispone che chi si iscrive contemporaneamente a due corsi di laurea beneficia degli strumenti e dei servizi a sostegno del diritto allo studio per una sola iscrizione, a scelta dello studente, godendo comunque dell’esonero (totale o parziale) dal versamento del contributo onnicomprensivo annuale, che si applica, in presenza dei requisiti previsti, ad entrambe le iscrizioni. Dunque, se uno studente è esonerato dal pagamento delle tasse universitarie, lo sarà anche per la sua seconda iscrizione ad una seconda laurea.

Mente sulla laurea e si suicida, l’ira di un coetaneo: “Essere fuoricorso non è un fallimento”

“Gli italiani non hanno voglia di laurearsi”, solo il 20% ottiene la corona d’alloro: i dati

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata