Home

Arrivano ulteriori novità in ambito universitario, e a comunicarle è il Ministro dell’Università in persona, Gaetano Manfredi. Infatti, dopo la laurea in medicina, sembrerebbe che l’intenzione del Ministero e del Governo sia di applicare le medesime regole utilizzate per sbloccare tutti i nuovi medici, anche per rendere disponibili giovani laureati in altre aree delle discipline sanitarie. Ma vediamo nel dettaglio la nuova proposta del Ministro Manfredi.

Farmacia e Odontoiatria come Medicina: niente esame di abilitazione

Se prima di marzo per ottenere l’abilitazione per svolgere la professione del Medico era necessario superare l’esame di Stato, dopo il Decreto Cura Italia, approvato ed entrato in vigore verso la metà di marzo 2020, la laurea conseguita in medicina è ormai considerata abilitante alla professione. Infatti in questo modo il Governo, in piena emergenza Coronavirus, ha reso disponibili tutti quei giovani laureati che attendevano di svolgere l’esame di Stato prima di poter essere chiamati per aiutare il sistema nazionale sanitario durante questa grave crisi da Covid-19. A quanto pare però, in questi giorni, si sta pensando di usare lo stesso meccanismo per sbloccare dal vincolo dell’esame di Stato anche Farmacisti e Odontoiatri neolaureati ma non ancora abilitati.

GAETANO MANFREDI RETTORE UNIVERSITA FEDERICO II

Il Ministro Manfredi sulle lauree abilitanti

A confermarlo è stato il Ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, che ha dichiarato: “In un obiettivo di medio periodo, dopo la laurea abilitante in Medicina dobbiamo valutare la possibilità – penso ad esempio ad Odontoiatria o a Farmacia – di rendere abilitanti altri lauree“. Il Ministro ha pronunciato queste parole, riportante poi dal sito AdnKronos, durante la sua audizione in Commissione Cultura, Scienza e Istruzione sulle iniziative di competenza del suo dicastero per fronteggiare l’emergenza epidemiologica in corso. Quindi nel prossimo decreto tutti i neolaureati in Farmacia e in Odontoiatria potrebbero doversi tenere pronti in caso di una chiamata da parte della propria regione di appartenenza. L’iniziativa ha già incontrato il favore di molti, come ad esempio di Alessandro Melicchio, deputato del MoVimento 5 Stelle, che ha commentato positivamente l’intervento del Ministro Manfredi: “Si tratta di un’ottima notizia che conferma che la grande attenzione del governo per tutti gli operatori in prima linea, che stanno dando contributi preziosi al nostro Paese in questa emergenza“.

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata