Home

Torna la tregua tra Israele e Hamas dopo settimane di guerra e sangue. È stata infatti raggiunta un’intesa sul cessate il fuoco dopo il voto unanime espresso dal gabinetto di sicurezza israeliano riunito sotto la presidenza di Benyamin Netanyahu.

È stato lo stesso ufficio di Netanyahu a confermare la notizia in un comunicato nel quale si afferma che i ministri hanno concordato “di accettare l’iniziativa egiziana per un cessate il fuoco reciproco senza condizioni“. Prima del voto l’esercito ha presentato ai ministri gli obiettivi militari raggiunti durante l’operazione ‘Guardiano delle Mura’: alcuni di questi “senza precedenti”.


Leggi anche: Tragedia in Israele, crolla una tribuna in sinagoga: almeno 2 morti e 60 feriti – VIDEO


Sucecssivamente un alto esponente di Hamas ha confermato che è stato deciso un cessate il fuoco con Israele “reciproco e simultaneo” a partire dalle 2 di venerdì mattina (le una in Italia).

“È positivo. La carneficina, l’aggressione, l’attacco finiranno”. Così il ministro degli Esteri palestinese Riad Al-Malki ha commentato dal Palazzo di Vetro dell’Onu la notizia del cessate il fuoco tra Israele e Hamas. “È un bene che il popolo palestinese, gli oltre 2 milioni di loro a Gaza, potranno dormire stanotte sapendo che domani avranno un clima migliore. Ma non è abbastanza, non è affatto abbastanza”, ha aggiunto.

Leggi anche:

cessate il fuoco

Israele e Palestina, la guerra infinita: cosa sta succedendo e cosa potrebbe accadere

Tragico incidente in Israele: fuga durante un pellegrinaggio, 44 morti

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata