Home

Oggi è l’Earth Day. Nella giornata che celebra la salvaguardia del pianeta Terra, è bene ricordare che ciascuno di noi può far qualcosa nel proprio quotidiano, partendo proprio dal Web. Ecco come.

Internet e l’inquinamento

Ogni azione sul web consuma energia ed è responsabile della produzione di quasi il 4% delle emissioni globali di Co2. Un dato che continua irrimediabilmente a crescere negli ultimi anni, e che dipende solo da noi. A darci le istruzioni da seguire, per ridurre i consumi, è AvantGrade.com, l’agenzia specializzata in algoritmi e intelligenza artificiale, che ha realizzato una lista di consigli utili da seguire per diminuire l’impatto sull’ambiente.

Suggerimenti da seguire

I suggerimenti forniti da AvantGrade, attraverso l’algoritmo Karma Metrix, permettono di risparmiare ogni anno fino a 130 kg di CO2, vale a dire l’equivalente ad un viaggio in auto da Milano a Barcellona. Ecco quali sono.

Smarthphone green

Bluetooth, Wi-Fi, GPS consumano tantissima energia. Per questo, è meglio disattivare queste funzioni quando non ci servono. Inoltre, per rendere il nostro smartphone più ecosostenibile, possiamo anche metterlo in modalità aereo o spegnerlo durante la notte, disinstallare le applicazioni che non utilizziamo, chiudere sempre le finestre non utilizzate, non lasciandole neppure in background, usare i social con moderazione. Inoltre, è meglio prediligere le chat testuali rispetto a quelle contenenti elementi vocali, immagini e video, che consumano molta più energia per il trasferimento dei dati.


Leggi anche: Il doodle di Google per la Giornata della Terra dedicata ai cambiamenti climatici


Alleggerire la memoria

Cerchiamo di alleggerire il più possibile la memoria dei nostri dispositivi. Ad esempio, conserviamo foto e video in dischi fissi e scarichiamo il materiale pesante dagli archivi di smartphone e dai cloud.

Ridurre lo streaming

Le piattaforme di video streaming generano l’80% del traffico dati a livello mondiale. Ciò significa che il video di un’ora guardato su Youtube inquina quanto un frigorifero acceso per un anno intero. L’industria della musica non è da meno, che supera i 350 milioni di kg di gas serra all’anno. Cerchiamo, inoltre, di ottimizzare il consumo di energia evitando di mettere in pausa i video e tenendo attivo lo streaming solo se lo stiamo effettivamente guardando.

Utilizzare bene i motori di ricerca

Se conosciamo già l’indirizzo web che ci interessa, è meglio direttamente digitarlo nel browser, senza passare da Google. Così facendo, possiamo ridurre il consumo di energia fino al 75% . Esiste, inoltre, un’alternativa del tutto ecosostenibile: Ecosia. Un motore di ricerca che dichiara di utilizzare i profitti per piantare alberi nelle zone del mondo dove ce n’è più bisogno.

Ridurre e pulire la posta elettronica

Una singola e-mail consuma quanto una lampadina lasciata accesa per 2 ore. Incredibile da credere, e quel che è peggio è che ogni giorno sono 250 miliardi le e-mail inviate in tutto il mondo. Meglio, perciò, ridurle alle comunicazioni importanti. Oltretutto, la conservazione delle e-mail “in giacenza” comporta un continuo dispendio di energia. Meglio non iscriversi a troppe newsletter, e ricordare di svuotare la cartella spam e il cestino. Tutti piccoli accorgimenti che possono fare la differenza.

villa deliella

Palermo, il Museo del Liberty si farà: sorgerà dove c’era un tempo villa Deliella

Open weekend

Al via in Sicilia il nuovo “Open weekend”, over 60 e over 80 senza prenotazione

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Cristina Riggio

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata